Torino Lazio Inzaghi: “Marusic e Cataldi out”.

Torino Lazio Inzaghi

L’allenatore della Lazio, Simone Inzaghi, alla vigilia della trasferta di Torino, ha parlato in conferenza stampa.

Simone Inzaghi, allenatore della Lazio, in vista della trasferta contro il Torino, ha parlato del match che attende la sua squadra. Inzaghi inizia commentando la partita con la Fiorentina: “La partita con la Fiorentina era piena di insidie, abbiamo affrontato una squadra che meriterebbe più punti in classifica. Non era semplice rimontare dopo il loro gol. Ho fatto i complimenti ai ragazzi, abbiamo dimostrato carattere. Dobbiamo migliorare la condizione, lo faremo giocando. Dobbiamo recuperare qualche giocatore, solo il tempo ce li potrà restituire”.

Situazione dell’infermeria: “E’ lo stesso discorso della Fiorentina, giocheremo a Torino a 48 ore dall’ultima partita. Cataldi verrà con noi perché ci vuole essere ma non è pronto per giocare, difficile”

“Marusic non è ancora pronto per giocare dall’inizio. Valuteremo Correa che si è mosso meglio e poi valuteremo anche le condizioni di Caicedo e Immobile”.

Può essere una giornata storica per la famiglia Inzaghi, ha già sentito Pippo: “Stanno macinando vittorie e record, va fatto un grande plauso a lui e al suo staff, grande squadra, gruppo fantastico. Stasera possono festeggiare in casa con la Juve Stabia”

Possono bastare grinta e cuore per rincorrere la Juve? “I ragazzi hanno dimostrato di non mollare mai, la vittoria di sabato ci avvicina al nostro grandissimo obiettivo che era la Champions”

Domanda su Andre Anderson: “Può essere considerato da seconda punta come alternativa a Correa, può fare anche la mezzala, sta crescendo molto e in questo momento che manca anche Bobby (Adekanye) può darci una mano davanti”

Infine sulle ambizioni della Lazio e sugli obiettivi stagionali: “Penso che campionato e Champions siano due grandissimi obiettivi. Sappiamo il nostro percorso, 4 anni fa abbiamo iniziato cercando di migliorare anno dopo anno. Abbiamo vinto dei trofei. L’obiettivo è la Champions, ci manca poco, prima centriamo quel traguardo, poi ragioneremo anche per il resto”.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *