Serie A 2020 ,Samuel Eto’o: “L’Inter vince lo scudetto”.

Serie A 2020

Il camerunese Samuel Eto’o, ospite negli studi di Sky Sport, si sbilancia senza problemi , confermando che lo scudetto sarà vinto dai nerazzurri.

Samuel Eto’o ospite negli studi di Sky Sport, ha parlato del calcio italiano, a partire dal ritorno in Serie A di Antonio Conte e la probabile vittoria dell scudetto 2020 dei nerazzurri:”È sempre lo stesso, non è cambiato. Era così alla Juve, poi al Chelsea e ora all’Inter. Ha la sua idea e la segue, grazie a lui i nerazzurri sono ritornati ad avere il rispetto che meritano“.

Il legame con l’Inter è ancora forte, soprattutto quello con Moratti: “Io e i miei compagni del triplete siamo in contatto, significa che siamo andati ben oltre le partite in sé e delle lotte che abbiamo fatto insieme. C’era qualcos’altro, qualcosa che ci legava ed era Moratti. Lo saluto e lo ringrazio ancora, presidenti come lui mancano al calcio. Ritorno all’Inter? Prima di andare alla Samp ho provato a chiedere se ci fossero possibilità, ma sapevo che sarebbe stato difficile. Sarei stato ancora in grado ma non mi ha dato fastidio“.

Serie A 2020 , Samuel Eto’o: “Vorrei rivedere il Sarri di Empoli”

Ai tempi della Samp, Eto’o avvicinò Sarri in occasione di una partita dell’Empoli dicendogli di essere onorato di conoscerlo. Oggi spera di rivedere il gioco che l’attuale allenatore dei bianconeri metteva in mostra in Toscana: “È molto diverso da quando allenava a Empoli, lo era anche al Chelsea. Quando vedevo l’Empoli ammiravo una squadra che giocava a calcio, usciva da dietro anche con il portiere e questo era bellissimo. Magari perdi, ma quando una squadra gioca così i tifosi si divertono. Oggi guardo la Juve e non so. Hanno Ronaldo, il migliore di tutti i tempi, e Dybala che è un altro fenomeno. Però mi piacerebbe rivedere il Sarri di Empoli, darebbe tanto“.

“Ferrero mi chiese di allenare la Samp”

L’altro presidente di Eto’o in Italia è stato Ferrero: “Mi chiese di fare l’allenatore, ma allora non mi sentivo pronto. Condivido lo spogliatoio con tanti giocatori ma accettare le mie decisioni per gli altri non era semplice. Sono sempre grato a loro. Futuro in panchina? Devo prima superare gli esami. Quando siamo giocatori non abbiamo tanto tempo per altro, guadagniamo tanti soldi e abbiamo bisogno di circondarci di persone di vario tipo“.

“Mihajlovic è un campione, può risollevarsi”

Alla Sampdoria ebbe come allenatore Mihajlovic: “Abbiamo avuto momenti difficili perché abbiamo un carattere simile, ma è una persona incredibile. Solo lui può risollevarsi perché è un campione, fosse successo ad altri non sarebbe stato lo stesso. Tutti i suoi consigli ricevuti in quel breve periodo mi aiuteranno sempre, lo hanno fatto soprattutto nella parte finale della mia carriera“. Ti piacerebbe essere sempre aggiornato sulla tua squadra del Cuore ? Visita la nostra pagina mainsport.it .

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *