Scontri Inter Napoli. Sono cinque le condanne inflitte agli ultras per gli scontri avvenuti lo scorso 26 dicembre prima di Inter Napoli all’esterno del Meazza. Marco Piovella, soprannominato il “Rosso” condannato a 2 anni e 10 mesi. A ricevere la pena maggiore è Nino Ciccarelli, condannato a 3 anni e 8 mesi di reclusione. Le altre condanne sono rivolte a Alessandro Martinoli, ultrà del Varese (3 anni), Francesco Baj e Simone Tira (2 anni e 6 mesi). Accolto il patteggiamento a un anno e dieci mesi per Luca Da Ros, che aveva collaborato con gli inquirenti. Tutti i coinvolti nell’indagine sono anche accusati di omicidio volontario, reato che non era in questo processo.

Gli avvocati Mirko Perlino e Antonio Radaelli, due dei legali dei 5 ultrà imputati , hanno commentato la sentenza emessa oggi nell’aula Bunker davanti al carcere di San Vittore. “Le pene sono state notevolmente ridotte rispetto alle richieste della procura e sono congrue”. I difensori hanno spiegato che per almeno 4 condannati potrebbe arrivare la scarcerazione, perché condannati a pene fino a 3 anni. Mentre per Nino Ciccarelli condannato a 3 anni e 8 mesi “il giudice dovrà fare delle valutazioni”. Le istanze di scarcerazione già presentate al gup stamattina, con in subordine la richiesta di domiciliari. Potrebbe interessarti anche: Fabian Ruiz ancora ricoverato

(fonte: La Gazzetta dello Sport)