Il Sassuolo di Roberto De Zerbi ospita il Benevento di Filippo Inzaghi, nell’undicesima giornata di campionato della Serie A.

Il Sassuolo al quinto posto a quota 19 punti sfida il Benevento al tredicesimo posto assieme alla Sampdoria con 11 punti in classifica, nell’undicesima giornata di Serie A. I padroni idi casa sono reduci da un pareggio a reti bianche contro la Roma. Stessa sorte per gli ospiti che hanno pareggiato 0-0 contro il Parma.

La partita Sassuolo-Benevento si giocherà venerdì 11 dicembre 2020 alle ore 20.45 nel palcoscenico del Mapei Stadium di Reggio-Emilia e verrà trasmessa in diretta tv da Sky sui canali Sky Sport Serie A (numero 202 e 249 del satellite, numero 473 e 483 del digitale terrestre) e Sky Sport (numero 251 del satellite). Gli abbonati avranno anche la possibilità grazie a Sky Go di godersi la partita in diretta streaming sia su dispositivi mobili come tablet e smartphone, sia sul proprio pc o notebook.

Nel primo caso occorrerà scaricare la app, nel secondo basterà collegarsi con il sito ufficiale della piattaforma. L’alternativa è costituita da Now Tv, il servizio di streaming live e on demand di Sky che consente, acquistando uno dei pacchetti proposti, di vedere il meglio della programmazione sportiva della tv satellitare.

Le formazioni Sassuolo-Benevento

Roberto De Zerbi è pronto a scendere in campo con il modulo 4-2-3-1. Tra i pali Consigli, difesa a quattro formata da Muldur, Marlon Santos, Ferrari e Rogerio. A centrocampo la coppia Locatelli-Obiang. Sulla trequarti agiranno Berardi, Djuricic e Boga, pronti ad innescare l’unica punta Raspadori.

Filippo Inzaghi scenderà in campo con il 4-3-2-1. A difesa del portiere Montipò spazio a Letizia, Glik, Tuia e Barba. In mediana Schiattarella affiancato da Ionita e Hetemaj. Sulla trequarti la coppia formata da Insigne e Caprari. Unica punta Lapadula.

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Nuldur, Marlon Santos, Ferrari, Rogerio; Locatelli, Obiang; Berardi, Djuricic, Boga; Raspadori.

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò; Letizia, Glik, Tuia, Barba; Ionita, Schiattarella, Hetemaj; Insigne, Caprari; Lapadula.

Potrebbe interessarti anche: Sinisa Mihajlovic: ” Con la malattia ho imparato a piangere”