Sarri e Cristiano Ronaldo dopo Juve Parma.

Sarri e Cristiano Ronaldo

Dopo la vittoria della Juve contro il Parma, l’allenatore bianconero , Maurizio Sarri e Cristiano Ronaldo parlano del match .

Al termine di Juve Parma, il tecnico bianconero Maurizio Sarri ha parlato della vittoria e della conquista dei tre punti : Abbiamo fatto una partita meno pulita del solito. Abbiamo la responsabilità di non averla chiusa: dopo il raddoppio ho dato un messaggio alla squadra inserendo Higuain, ma non siamo riusciti a trovare il terzo gol. In questo tipo di situazioni si rischia fino alla fine, anche perché il Parma è una squadra fisica e in grande condizione. Siamo stati poco reattivi sul gol subito, ma negli ultimi tempi eravamo molto migliorati sulle palle da fermo. Possiamo ancora crescere sotto molti punti di vista: soprattutto nel finale, oggi abbiamo avuto un possesso palla troppo passivo. Oltre a Sarri ha parlato anche l’attaccante della Juve Cristiano Ronaldo: Altri due gol per aiutare la squadra, finale un po’ nervoso ma siamo stati bravi: il Parma è un avversario tosto.

L’importante oggi era vincere, le parole di Cristiano Ronaldo ai microfoni di Sky Sport al termine del 2-1 sul Parma. Giocavamo sapendo cosa avevano fatto le nostre concorrenti: la Lazio aveva vinto, l’Inter pareggiato. Non puoi fare a meno di restare aggiornato con tutte le news della tua squadra? Guarda la pagina mainsport.it .  Era importante dare continuità e aiutare la squadra con questi due gol: tre punti fondamentali per la nostra classifica, contro un avversario molto difficile da affrontare.

Il gol di Cornelius non ha fatto nemmeno in tempo a spaventare i bianconeri perché dopo appena tre minuti ci ha pensato Cristiano Ronaldo a fissare il risultato sul 2-1 finale. Ma il Parma ha comunque chiuso in attacco, riuscendo a far abbassare la Juve negli ultimi minuti: Eravamo un po’ nervosi nel finale, ammette Ronaldo. Quello che conta comunque è il risultato che abbiamo ottenuto, sapendo soffrire da grande squadra.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *