Il Presidente del Coni, Giovanni Malagò , ha parlato della situazione societaria della Roma .

 Non so se Friedkin acquisirà la Roma, non lo conosco personalmente ma conosco bene alcune persone a lui vicine. Queste le dichiarazioni del presidente del Coni , Giovanni  Malagò, parlando della situazione societaria della Roma durante un forum organizzato nella sede romana dell’agenzia di stampa Italpress. Mi dicono che è un investitore di lungo periodo, non uno speculatore. Dunque ha una strategia e in questa immagino che rientri anche lo stadio, perché oggi non è possibile fare impresa senza uno stadio.

Il discorso si è poi rivolto verso la NazionaleSe è possibile recuperare Balotelli? Io ho fiducia cieca in Roberto Mancini, che ha conquistato tutti e creato un’atmosfera fantastica grazie alla sua voglia di mettersi in gioco e accettare questa scommessa. Lui sa benissimo se, dove e come sia possibile coinvolgere Balotelli.

In chiusura un commento sul possibile recupero di Zaniolo: Ho letto le dichiarazioni del dottor Mariani . Dipende dal calciatore e anche da Mancini, perché l’infortunio è importante anche se sulla carta è recuperabile. Il commissario tecnico saprà cosa fare.

Roma Malagò , verso Tokyo 2020

Il numero uno dello sport italiano si è poi spostato sulle Olimpiadi che si terranno in Giappone dal 24 luglio al 9 agosto: A Tokyo faremo bene, penso che andremo meglio rispetto a Rio 2016, anche se dipenderà da diversi fattori. Intanto ci concentriamo sulle qualificazioni: abbiamo già tanti azzurri (al momento 175, ndr) certi di partecipare alle Olimpiadi, ma ancora moltissime carte da giocare. Non puoi fare a meno di restare aggiornato con tutte le news della tua squadra? Guarda la nostra pagina mainsport.it . 

Malagò ha poi toccato l’argomento riguardante il ruolo di portabandiera dell’Italia: Di Francisca si è candidata per il ruolo di portabandiera a Tokyo 2020? Sono affezionato a Elisa, sono stato recentemente anche al suo matrimonio. Fa bene a esprimere la sua volontà, come hanno fatto anche altre atlete e altri atleti. È però un discorso del tutto prematuro, perché ancora molti azzurri candidabili potrebbero qualificarsi. L’ipotesi del doppio portabandiera? Romanticamente è una bella idea, ma mi sono permesso di dire che, se in tutta la storia delle Olimpiadi l’ha fatto soltanto il Canada in una circostanza, un motivo ci sarà.