Presidente Agnelli frecciata a Conte. Nel 2012 non è stato facile.

Presidente Agnelli frecciata a Conte. Nel 2012 non è stato facile.

Il presidente bianconero , Andrea Agnelli, nel discorso ai soci ha ricordato la vicenda del Calcioscommesse.

Durante il discorso tenuto dal Presidente della Juventus,  Andrea Agnelli , nel giorno dell’assemblea dei soci , c’è stato spazio anche per qualche frecciatina ad Antonio Conte. Anche se mai nominato dal presidente , il riferimento all’attuale tecnico nerazzurro è stato chiaro. Agnelli non dimentica quando, nel 2012, Conte è stato squalificato per sei mesi dalla panchina bianconera in seguito alla vicenda del Calcioscommesse. 

“In questi anni ci siamo trovati di fronte a tante difficoltà – ha detto il presidente Agnelli -. Sono stati periodi molto intensi e pesanti per chi lavora nella società: penso alla vicenda del Calcioscommesse, che ha coinvolto i tesserati Juventus nel 2012, fatti avvenuti comunque in altre società. Quale altro club avrebbe gestito sei mesi senza il capo allenatore in panchina? Penso all’inchiesta Alto Piemonte e quella successiva dell’antimafia. Non ultima l’inchiesta Last Banner quelle sulle ipotizzate estorsioni per la Juventus”. 

Nel 2012 arrivò la sentenza che coinvolse il tecnico leccese: la Commissione Disciplinare della Federcalcio lo squalificò per 10 mesi (poi ridotti a 4 dal Tribunale nazionale arbitrato dello sport) perché da allenatore del Siena “non poteva non sapere” delle combine relative alle partite del campionato di Serie B con il Novara (2-2, 30 aprile 2011) e con l’Albinoleffe (sconfitta per 1-0, 29 maggio 2011).

Parole di ringraziamento per un altro tecnico ex Juve, Massimiliano Allegri: “Un pensiero va anche ad Allegri, determinante per la crescita della Juve. La costante partecipazione alle fasi finali della Champions dimostra che siamo ormai fra i grandi club d’Europa“. Potrebbe interessarti anche: MotoGP Valentino Rossi. Sono il nonno di me stesso.

(fonte: Sportmediaset)

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *