Quantcast

Prandelli Icardi. Il Tecnico del Genoa non si …

Prandelli Icardi. Il Tecnico del Genoa non si ...

Prandelli Icardi. Il tecnico del Genoa e ex Ct della Nazionale Italiana, Cesare Prandelli, ha rilasciato una lunga intervista al “Corriere dello Sport”. Il tecnico Prandelli, in questa intervista, oltre a parlare della Nazionale , parla anche del caso di Mauro Icardi, non risparmiando critiche a tutte le parti coinvolte: “Hanno sbagliato tutti. A partire da Wanda: sei la moglie del capitano dell’Inter, devi saperlo quando parli in tivù. Icardi ha le sue colpe perché doveva dissociarsi da certe sue dichiarazioni. Anche la società ha sbagliato, con quel comunicato stampa. La cosa andava gestita diversamente”.

Casi simili vissuti da allenatore?

“La donna è sempre determinante nella vita dei calciatori. Una notte mi bussa sconvolto un ragazzo. Aveva capito che la moglie lo tradiva. Abbiamo parlato un’ora e l’ho convinto a scendere in campo il giorno dopo. Un altro aveva messo incinta una donna, dopo avere appena avuto un figlio da un’altra”.

Cassano e Balotelli:

“In Nazionale è più facile gestirli, hanno pochi giorni per fare danni. Mi sono sempre piaciuti quelli fuori dagli schemi. Cassano è il più divertente in assoluto. L’unico calciatore con cui andrei a cena tutta la vita. Mai banale. Certo, la gestione quotidiana è complicata. Non ha il senso del limite. Ha i suoi codici d’onore. Se ti stringe la mano è fatta, non ti tradisce. Sono i codici della strada da cui proviene. La sincerità di Cassano è sempre stata lampante. Le cose le diceva nello spogliatoio, non aveva bisogno dell’intervista pubblica. Mario? Potenzialità enormi. Ha tutto. Il problema di Mario è che si accontenta, non ha mai dato continuità nell’applicazione di tutti i giorni. Ma è un ragazzo generoso e sensibile. Purtroppo, in lui il personaggio prevale spesso sulla persona”. Potrebbe interessarti anche: Zaniolo della Roma parla di Di Francesco e Ranieri

(fonte: Il Corriere dello Sport)

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *