Quantcast

Niki Lauda: ancora ricoverato a Vienna …

L’ex ferrarista e campione del mondo di Formula 1, avrebbe contratto una grave forma di influenza nelle feste trascorse con la sua famiglia a Ibiza. Ricoverato nella stessa struttura di Vienna, in cui l’agosto scorso, Lauda era stato sottoposto ad un trapianto di polmone restandoci per circa tre mesi. Una portavoce dell’ospedale ha comunicato che il campione rimarrà ricoverato per una settimana. Secondo la stampa austriaca, dopo l’influenza contratta, i medici avrebbero consigliato all’ex pilota il ritorno in Austria e il ricovero per evitare di indebolire ulteriormente il suo sistema immunitario.
Sono passati 42 anni dal drammatico incidente del Nurburgring del 1976, quando la Ferrari del campione del mondo in carica, si incendiò dopo un incidente. Un miracolo, che porta anche il nome dell’italiano Arturo Merzario – strappò il pilota di Maranello alla morte concedendogli altre chance – che ha saputo sfruttare appieno, vincendo altre gare e altri due titoli mondiali, ancora con la Ferrari nel 1977 e con la McLaren nel 1984. A quegli anni risale anche la rivalità con il britannico James Hunt, che ha ispirato il film di Ron Howard “Rush”, del 2013, uno dei più indovinati sul mondo della F1. Lasciata la carriera da pilota, Lauda ha sfruttato la sua passione per il volo diventando imprenditore del cielo e fondando ben due compagnie aeree. Nel frattempo, due matrimoni, cinque figli e una vita mai noiosa, col fisico che ogni tanto gli ricorda il passato più dei segni delle ustioni che mai ha voluto cancellare.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *