Napoli Salisburgo, la conferenza di Ancelotti.

Napoli Salisburgo

Dopo la sconfitta contro la Roma il Napoli cerca riscatto in Champions League.

Il tecnico del Napoli, dopo la sconfitta contro la Roma, cerca di rifarsi in Champions League sfidando il Salisburgo .Alla vigilia del match Napoli-Salisburgo, Ancelotti ha rilasciato una conferenza stampa: “Se mi chiedete cosa ne penso del ritiro, dico che non sono d’accordo con la società. Poi l’allenatore deve fare l’allenatore e queste sono decisioni che spettano alla dirigenza” . Vuoi essere sempre aggiornato sul mondo del calcio? guarda la Pagina .

DOMANDA AD ANCELOTTI – De Laurentiis ha annunciato il ritiro…“La notizia del giorno non è questa, ma che abbiamo una partita che può permetterci di superare il girone di Champions. Non sarà facile, abbiamo visto com’è stato difficile vincere a Salisburgo. Siamo concentrati su quello, vogliamo fare una partita di alto livello. Il resto sono piccoli dettagli, si può essere d’accordo o no. Se mi chiedete cosa ne penso, dico che non sono d’accordo con la decisione della società. Poi l’allenatore deve fare l’allenatore e queste sono decisioni che spettano alla società”. 

DOMANDA A MANOLAS – Sei d’accordo con la decisione di andare in ritiro?
“Non voglio parlarne, sto pensando alla partita”. 

DOMANDA A MANOLAS – Com’è l’intesa con Koulibaly?
“Ho fatto appena sei partite con lui e abbiamo fatto bene, prendendo 2 gol soltanto contro la Roma. Vedo tanta confusione, non capisco perché. Una squadra non dipende solo dalla difesa, ma si difende in 11 e si attacca in 11”. 

DOMANDA AD ANCELOTTI – È lo spartiacque della tua vita napoletana: è cambiato qualcosa?
“No, non cambia niente. Il presidente mi ha chiamato poco fa per farmi gli auguri. Non cambia assolutamente niente, la decisione del ritiro l’ha fatta il club che è preoccupato giustamente come noi. Ma, considerando l’importanza della partita di domani, è veramente un dettaglio”.

DOMANDA A MANOLAS – Contro la Roma avete tirato 7 volte in porta in 17 minuti, poi avete sofferto: com’è possibile?
“Neanche io riesco a spiegarlo. Siamo una squadra forte, secondo me dobbiamo avere più fame e cattiveria. Non c’è nessuna partita facile, l’abbiamo visto anche a Roma. Non abbiamo segnato nel primo tempo, nella ripresa siamo rientrati male e sul 2-0 è finita la partita. Per me possiamo fare meglio, siamo il Napoli e abbiamo tanti calciatori importanti”. 

DOMANDA AD ANCELOTTI – Cosa ne pensi di quel che è accaduto a Balotelli?
“Ha fatto bene, ha avuto una reazione giusta. Ci sono stati già due episodi in cui è stata interrotta la partita, siamo sulla strada giusta”. 

DOMANDA AD ANCELOTTI – Sei preoccupato del 7° posto?
“Se non lo fossi sarei un superficiale. Siccome non sono un superficiale, sono preoccupato. Ma devo mantenere la calma per valutare a mente fredda la situazione, per provare a cambiarla. Fortunatamente abbiamo una partita di Champions, competizione che fino a ora abbiamo gestito bene”. 

DOMANDA AD ANCELOTTI – Quanto influisce una fragilità mentale della squadra?
“Non sono uno psicologo, cerco di farlo ma non riesco a valutare la fragilità mentale. Riesco a valutare la fragilità tecnica e tattica, qualche volta è venuta fuori e sto cercando di migliorarla”. 

DOMANDA A MANOLAS – Credi che ci sia un problema di squadra in fase difensiva?
“Quando prendi gol non è mai colpa di un solo calciatore, tranne in caso di errori gravi individuali. Secondo me dobbiamo lavorare di più in fase difensiva. Dico sempre che una squadra deve difendersi in 11”. 

DOMANDA AD ANCELOTTI – Situazione VAR: la classe arbitrale è in confusione?
“Sì, ma non voglio parlarne!”. 

DOMANDA AD ANCELOTTI – Quale sarà la vostra impostazione di gioco?
“Non cambierà rispetto alla gara d’andata, dove abbiamo provato a sfruttare la velocità offensiva rimanendo compatti difensivamente. Vogliamo farlo anche domani. So che il Salisburgo verrà a fare la partita che ha sempre fatto, non cambia atteggiamento a seconda dell’avversario”. 

DOMANDA AD ANCELOTTI – Come si cambia questa situazione?
“Dai momenti difficili si esce ritornando a fare le cose semplici, con chiarezza, umiltà e sacrificio”. 

DOMANDA AD ANCELOTTI – Vincere con il Salisburgo può rappresentare una svolta?
“Contro la Roma abbiamo sbagliato, è vero. Ma contro Spal e Atalanta la prestazione c’è stata, anche se non sono arrivate delle vittorie. Poi si è messa di mezzo anche la dea bendata, che di certo non ci ha aiutato”.  Si conclude la conferenza stampa di Carlo Ancelotti alla vigilia del match Napoli-Salisburgo.


Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *