Napoli Milan Gattuso: “Che emozione contro i rossoneri”

Napoli Milan Gattuso

L’allenatore del Napoli, Gennaro Gattuso, dopo il pareggio contro il Milan in casa, ha commentato la performance della sua squadra.

Dopo due vittorie consecutive con Roma e Genoa, il Napoli di Gennaro Gattuso, viene bloccato sul pareggio dal Milan. Un 2-2 frutto anche di un calcio di rigore realizzato da Kessiè al minuto 73 e provocato da un contatto tra Maksimovic e Bonaventura. Un tema sul quale è voluto intervenire anche Gennaro Gattuso, intervistato nel post partita da Sky Sport:

Non commento il rigore di questa sera. In generale, dico che per giocare a calcio le mani sono importanti, non si può pensare di tenerle sistematicamente dietro la schiena perché così è un altro sport. Bisogna rivedere la regola dei falli di mano perché chi ha giocato sa che così non si può continuare. Se ne parla due o tre volte all’anno nelle riunioni, ma non è cambiato nulla“.

Napoli Gattuso: “Avversario del Milan? Che emozione…”

L’allenatore azzurro ha analizzato la gara contro i rossoneri, rimproverando i suoi per le troppe occasioni da gol sprecate: “Più che con l’arbitro mi devo arrabbiare con i miei giocatori, perché quando crei 7-8 palle gol devi segnare. Stasera il Milan ha fatto due tiri in porta, però in entrambe le occasioni ha segnato. Per quello che creiamo e concediamo, realizziamo pochi gol e ne subiamo troppi“. Una gara decisamente speciale per Gattuso, che ha ritrovato il suo Milan per la prima volta da avversario: “Ho provato tantissima emozione nell’affrontare una squadra che mi ha fatto diventare uomo”.

“Callejon? Devo rispettare le politiche societarie”

Infine Gattuso ha commentato la situazione riguardante Callejon, in campo per 84 minuti contro il Milan con un contratto che scadrà al termine della stagione in corso: “E’ una domanda da fare al presidente e al direttore sportivo. Loro sanno cosa penso di lui e quello che mi sta dando, ma devo anche rispettare le politiche societarie“.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *