Napoli Juventus Gattuso: “Non mi fido ancora”.

Napoli Juventus Gattuso

Dopo la vittoria contro la Juventus di Maurizio Sarri, il tecnico del Napoli, Gennaro Gattuso, ha commentato la performance della squadra.

Dopo tanti ostacoli il Napoli di Gattuso torna a vincere in campionato contro due delle squadre più in forma del momento: in Coppa Italia eliminando la Lazio e in campionato contro la Juventus : Abbiamo vinto contro due grandi squadre, ma bisogna pedalare perché di danni ne abbiamo fatti abbastanza in questi mesi . Grandi complimenti ai ragazzi per gli ultimi due risultati, ma dobbiamo continuare perché se teniamo bene il campo e lottiamo tutti insieme, ha le qualità per fare bene e si è visto. Ma bisogna essere squadra.

Abbiamo fatto bene la fase di possesso, mentre quando non avevamo il pallone abbiamo avuto rispetto dell’avversario coprendo nella maniera giusta, con la squadra corta. Mi ha infastidito il gol incassato alla fine, è un momento in cui non dobbiamo regalare nulla, mai. Non dobbiamo regalare gol agli avversari, da quando sono qui ne abbiamo presi tanti regalati. Non puoi fare a meno di restare aggiornato con tutte le news della tua squadra? Guarda la pagina mainsport.it . 

Il Napoli in fase di possesso ha esasperato la costruzione del gioco dalla difesa, facendo partire l’azione dalla propria area: A me piace avere il pallone per uscire dalla prima pressione, voglio palleggiare per avere campo dopo – ha commentato Gattuso -. Non credo nel palleggio tanto per farlo, lo voglio per saltare la prima pressione avversaria. Qualcosa da sistemare in attacco comunque c’è: Mi sono molto arrabbiato quando non abbiamo fatto bene l’ultimo passaggio. Zielinski può crescere ancora molto, è fortissimo e ha gamba per fare bene, ma deve migliorare nell’ultimo passaggio. Mi è piaciuto molto Milik che ha legato bene il gioco, ma sicuramente dobbiamo sviluppare meglio il gioco quando siamo in parità numerica in attacco.

In fase di non possesso invece il Napoli ha coperto molto bene la palla, una grossa mano l’ha data la prestazione di Demme. La relazione col San Paolo poi sembra essersi riallacciata: Questa squadra si è fatta male da solo, sta a noi riportare entusiasmo e portare gente allo stadio. Ci siamo presi i fischi e i vaffa, ora dobbiamo continuare così perché non dobbiamo pensare che il peggio sia alle spalle. Viviamo partita dopo partita, speriamo di recuperare giocatori forti e non dobbiamo perdere il veleno. Non mi fido ancora

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *