Montolivo Milan, lascia per sempre il calcio giocato.

Montolivo Milan

Riccardo Montolivo , finito nel dimenticatoio dopo la sua esperienza al Milan, ha annunciato il suo addio al calcio giocato.

In un’intervista rilasciata a Corriere dello Sport e Corriere della Sera, il centrocampista del Milan Montolivo, non dimentica il periodo negativo e annuncia il suo addio al calcio: “L’ultimo anno e mezzo al Milan è stato un calvario. Messi ai margini, risposte mai date, verità raggirate e trascuratezze. Mi hanno condannato a smettere“, ha detto.

Molti si sono chiesti perché Montolivo non avesse denunciato una situazione così drammatica: “Se avessi fatto la guerra, forse avrei ottenuto qualcosa, ma non mi sarei più potuto guardare allo specchio. Rancore? No, non io… Ma aspetto risposte“, ha aggiunto.

Di certo il rapporto con Gattuso non è stato dei migliori:”Gattuso non mi ha mai spiegato l’esclusione. Disse che non giocavo perché non avevo il minutaggio. Ma se non mi metteva mai dentro… Non si dica però che ho rifiutato di trasferirmi“.Vuoi essere sempre aggiornato sul mondo del Calcio? guarda la Pagina .

Il 17 maggio 2012, il Milan annuncia l’approdo a parametro zero di Montolivo ai rossoneri, firmando un contratto quadriennale fino al 30 giugno 2016. Montolivo sceglie la maglia numero 18 e all’inizio della stagione 2013-2014, dopo l’addio di Massimo Ambrosini, Montolivo diviene il nuovo capitano del Milan. Questa stagione segna l’inizio di un periodo complicato per il Milan che per 3 anni consecutivi non si qualifica per le coppe europee, ottenendo un 8º, un 10º e un 7º posto in campionato.

Il suo impiego è fortemente limitato nelle stagioni 2014-2015 e 2016-2017 a causa del lungo recupero da due gravi infortuni subiti con la nazionale. Il 23 dicembre 2016 mette in bacheca la Supercoppa italiana vinta dal Milan 5-4 ai rigori contro la Juventus a Doha. Dall’estate 2017 è sostituito in veste di capitano dal nuovo acquisto Leonardo Bonucci. Nella stagione 2018-2019, non rientrando più nei piani dell’allenatore Gattuso, viene messo da parte e da aprile in poi non viene più convocato .

Il centrocampista ha chiuso la stagione 2018-2019, la settima e ultima con la maglia del Milan, con zero presenze all’attivo.

In bacheca la Supercoppa italiana del 2016 e 36 gol in 22 anni trascorsi prima con l’Atalanta, poi Fiorentina , chiudendo con il Milan.

Interazioni del lettore

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *