Mino Raiola: Pogba? Gli piacerebbe tornare alla Juventus.

Mino Raiola

L’ agente di origini olandesi , Mino Raiola, ha parlato al termine della sfida di Coppa Italia tra Milan e Juventus, rispondendo alle tante domande sui suoi tanti assistiti.

Dopo il match di Coppa Italia, Milan-Juve, il procuratore sportivo , Mino Raiola , ha risposto alle domande sui suoi assistiti, in particolare su Pogba , De Ligt , Ibre e Donnarumma : Quando si parla di Pogba si parla sempre di grandi squadre interessate a lui. Ora è del Manchester, vediamo. Il suo ritorno alla Juve? Nulla è impossibile nel calciomercato, soprattutto se c’è la volontà da entrambe le parti. L’Italia è il secondo paese di Pogba, così come per Zlatan, e a Paul non dispiace di certo l’idea di tornare alla Juve, ma è ancora troppo presto per parlare di queste cose. C’è di mezzo ancora un campionato e uh Europeo, che può cambiare molte cose e toglie molta concentrazione ai giocatori.

Ibra, Donnarumma e Bonaventura

Poi il procuratore ha parlato di Ibrahimovic, il cui legame col Milan, scade a giugno: “E’ possibile che Ibrahimovic rinnovi con il Milan? C’è un mezzo progetto, però penso che deciderà solo a fine stagione. Adesso è in prova (scerza, ndr). Io consiglio di andare avanti se si diverte e fermarsi se non si diverte più. Per ora si sta divertendo, si vede dallo spirito, ha dato un altro tipo di mentalità ai compagni. E’ felice? Come fa a non esserlo con un procuratore del genere“.

Altro capitolo quello di  Donnarumma, che a luglio del 2017, dopo una trattativa chiacchierata , aveva rinnovato il proprio contratto col Milan fino al 2021: “Era la scelta giusta rinnovare nel 2017? No, in quel momento non era la scelta giusta. Era la scelta del cuore, però. E quando fai la scelta del cuore alla fine scegli bene. Ognuno ha il suo legame e lui ce l’ha col Milan. Ha fatto bene perché lui è felice anche se io in quel momento lì pensavo fosse meglio aspettare di capire cosa voleva fare la società.

Nella vita si impara guardando indietro e si vive guardando avanti. Il mio lavoro è semplice, guardo al bene dei miei giocatori. Se stai con un club che può fare certe cose allora rimani, se pensi che non possa farlo allora non rimani. Non abbiamo ancora capito su questo. Però di Donnarumma ora non voglio parlare. Lui ha un contratto di due anni, c’è tutto il tempo per valutare“.

Infine la questione Bonaventura, in scadenza a giugno e molto lontano da un rinnovo, come lo stesso Raiola lascia capire: “Certe cose arrivano alla fine, vediamo stiamo parlando, aspettiamo un altro po’. Forse prenderemo altre strade, non si sa ancora, ma anche il club deve prima capire cosa fare: forse c’è qualcuno che lo vuole far rinnovare e qualcun altro che non vuole”. Non puoi fare a meno di restare aggiornato con tutte le news della tua squadra? Guarda la pagina mainsport.it . 

Reader Interactions

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *