Milan Torino Pioli: Stiamo trovando un’identità.

Milan torino Pioli

Dopo il match Milan Torino con il risultato di 1-0, il tecnico rossonero ha parlato della sua soddisfazione per la gara dopo il KO nel derby contro l’Inter.

L’ allenatore del Milan, Stefano Pioli, dopo la vittoria contro il Torino, è soddisfatto della performance della sua squadra e ai microfoni di Sky Sport, ha parlato così: “I ragazzi mi stanno dando le risposte giuste: mancano 14 gare, ci sono tanti punti a disposizione e dobbiamo pensare subito a una Fiorentina reduce da un 5-1 in trasferta. Poi tireremo le somme“. Il pelo nell’uovo è quel risultato in bilico fino alla fine: “Sì, dovevamo chiuderla prima“, ammette l’allenatore rossonero. “Anche all’interno di prestazioni positive dobbiamo essere ambiziosi e cercare di migliorarci“.

Milan Torino Pioli : “Musacchio? Ha avuto un problema nel riscaldamento”

Pioli prosegue facendo chiarezza sul mancato ingresso di Musacchio, con il difensore che avrebbe rifiutato la sostituzione dopo l’infortunio di Kjaer. “Nel secondo tempo non è venuto in panchina perché non avrebbe potuto giocare. Mi ha detto di aver accusato un problema al polpaccio nel riscaldamento“. Nessun caso dunque, notte serena in casa Milan. Ancora di più per il giovane Matteo Gabbia, entrato così al posto di Kjaer. “Sono contento per lui“, Pioli promuove il classe ’99. “Ha sempre lavorato bene con noi, mettendosi a disposizione con la giusta umiltà. Questa occasione se l’è meritata“.

Romagnoli: “I miei complimenti a Gabbia”

Dello stesso avviso Alessio Romagnoli, protagonista dell’inedita coppia difensiva rossonera: “Gabbia è un ragazzo giovane, ma ci mette sempre l’anima. Per la partita di oggi gli faccio i complimenti. Europa? Questa è una vittoria preziosa, frutto di una grande prestazione anche se il calo nel secondo tempo non deve succedere. Ora dobbiamo pensare una partita alla volta e mettercela tutta“.

Per Romagnoli è anche l’occasione di togliersi qualche sassolino dalla scarpa: “Nella Serie A in corso ho fatto partite anche migliori di questa. Il fatto è che quando si vince le prestazioni vengono descritte in un certo modo, quando si perde la valutazione è sempre al ribasso. Ripartiamo da questi 3 punti“. Sei appassionato di Sport? Ti piacerebbe seguire la tua squadra del Cuore? Seguici sulla nostra pagina mainsport.it .  

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *