Il Milan di Stefano Pioli sfida l’Inter di Antonio Conte nel derby della 23.ma giornata di campionato della Serie A.

Dopo la partita dell’andata decisa da Zlatan Ibrahimovic (doppietta) e quella di Coppa Italia caratterizzata dalla lite Ibra-Lukaku e risolta dalla punizione di Christian Eriksen, San Siro ospita il big match tra Milan ed Inter. Il Milan al secondo posto a quota 49 punti, sfida l’Inter al primo posto con 50 punti in classifica nel derby della 23.ma giornata di Serie A. Gli uomini di Pioli sono reduci da una sconfitta in trasferta contro lo Spezia per 2-0, mentre i nerazzurri hanno vinto contro la Lazio con il risultato di 3-1. Il big match Milan-Inter si giocherà domenica 21 febbraio 2021 alle ore 15.00 nel palcoscenico dello Stadio San Siro e sarà trasmessa in diretta tv  esclusiva su DAZN la piattaforma in streaming che permette la visione delle gare da PC, Smartphone, Tablet e Smart TV .

MilanInter sarà disponibile alla visione anche sul canale satellitare DAZN1 per i clienti che hanno aderito all’offerta Sky-DAZN. Gli utenti DAZN abbonati a Sky potranno inoltre seguire la partita in tv anche attraverso la app disponibile sul decoder Sky Q. 

Le formazioni Milan-Inter

Stefano Pioli schiererà il 4-2-3-1. A difesa del portiere G. Donnarumma spazio a Calabria, Kjaer, Romagnoli e Hernández. In mediana Pioli schiererà la coppia formata da Tonali e Kessié . Sulla trequarti il tridente offensivo Saelemaekers, Rebic e Calhanoglu pronti ad innescare l’unica punta Ibrahimovic

Antonio Conte è pronto a scendere in campo con il modulo 3-5-2. Tra i pali Handanovic. difesa a quattro formata da Bastoni, De Vrij, Skriniar . A centrocampo spazio a Brozovic, Barella ed Eriksen. Sulle corsie laterali giocheranno Hakimi a sinistra, mentre sulla corsia di destra partirà dall’inizio Ivan Perisic. In attacco l’immancabile coppia Lautaro Martinez Lukaku

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernández; Kessié, Tonali, Saelemaekers; Rebic, Calhanoglu, Ibrahimovic

INTER (3-5-2): Handanovic; Bastoni, De Vrij, Skriniar, Barella, Brozovic, Eriksen; Hakini, Lautaro Martinez, Lukaku, Perisic.

Potrebbe interessarti anche: Giuseppe Meazza, la storia di un capitano.