Le pagelle di Napoli Torino 0-0. Ieri sera si è concluso il match tra Napoli e Torino con il risultato di 0-0. Milik ha più di una palla gol, ma non riesce a sfruttarne nemmeno una. Insigne a strappi, bene Allan. Nei granata, sugli scudi Sirigu, l’ex Lione e un buon Ansaldi. Di seguito le pagelle di Napoli Torino 0-0.

Le pagelle del Napoli

David OSPINA 6 – Nel finale di partita teme la beffa da parte del Torino, ma non deve compiere alcuna parata.

Kevin MALCUIT 6 – Uno dei più attivi del Napoli. Interessante il duello personale con Aina. Quando parte in difficoltà è difficile da contenere.

Nikola MAKSIMOVIC 6 – Partita in gran parte tranquilla. Va parzialmente in affanno solo nell’ultima fetta di partita.

Kalidou KOULIBALY 6,5 – Vedi Maksimovic. Con la differenza che, verso la fine del primo tempo, compie un intervento fondamentale per stoppare Rincon.

Elseid HYSAJ 6 – Destro naturale, non è favorito dal fatto di dover giocare sulla fascia opposta. Difensivamente non soffre, davanti pena un po’.

José Maria CALLEJON 5,5 – Non il miglior Callejon della stagione. Meno in palla rispetto ad altre partite, viene sostituito anzitempo da Ancelotti (dal 69′ Simone VERDI 5,5 – Non entra bene. Contributo risibile in attacco)

ALLAN 6,5 – Offre al Napoli la solita sostanza e i soliti recuperi, almeno un paio dei quali da applausi. Nel finale ferma Aina lanciato da solo in contropiede.

Fabian RUIZ 5,5 – Pericoloso con i suoi inserimenti, quasi manda in gol Milik. Poi si spegne pian piano, fino alla sostituzione (dal 69′ Dries MERTENS 5,5 – Chi spera in lui per cambiare le sorti di una partita stregata rimane deluso)

Piotr ZIELINSKI 6 – Gioca un primo tempo da applausi, con tante buone iniziative. Poi gli spazi si chiudono sempre di più e subentra un po’ di stanchezza.

Lorenzo INSIGNE 6 – Va a sprazzi. Ha più di un’occasione per segnare ma, complice un po’ di imprecisione e parecchia sfortuna, manca l’appuntamento col gol. Clamoroso il palo colpito nella ripresa.

Arek MILIK 5 – Si trova tutto sommato bene con Insigne e gli altri uomini offensivi del Napoli, ma ha la pecca di non lasciare il segno sotto porta. Grave per un attaccante.

All. Carlo ANCELOTTI 5,5 – Le prova tutte per portare a casa i 3 punti, ma senza successo. Il passaggio al 4-2-3-1 non cambia il corso del match.

Le pagelle del Torino

Salvatore SIRIGU 6,5 – Nessuna paratona da ricordare, ma tanti buoni interventi, specialmente su Milik. Sempre pronto quando è sollecitato.

Armando IZZO 5,5 – Napoletano in casa del Napoli, dalla sua zona nascono le maggiori occasioni avversarie. Per sua fortuna gli azzurri non ne concretizzano nemmeno una.

Nicolas NKOULOU 7 – Cresce in concomitanza con le tante occasioni fallite da Milik, rendendo complicata la vita al centravanti polacco. Nel finale si trasforma in un muro insuperabile.

Emiliano MORETTI 6 – Spesso troppo rude negli interventi, tanto da rimediare un’ammonizione. Ma alla fine se la cava.

Lorenzo DE SILVESTRI 5,5 – Deputato unicamente alla fase difensiva, viene spesso preso in mezzo da Zielinski, Insigne e Fabian Ruiz.

Cristian ANSALDI 6,5 – Uno dei migliori del Torino. Svolge un gran lavoro difensivo e, contemporaneamente, qualche pallone riesce anche a tenerlo (dal 78′ Vittorio PARIGINI s.v.)

Tomas RINCON 6 – Corre per quattro e garantisce copertura al centrocampo. Un’ammonizione lo costringerà però a saltare il prossimo turno (dal 55′ Soualiho MEITÉ 6 – Porta ulteriore dinamismo al centrocampo del Torino. Buon impatto sul match)

Sasa LUKIC 5,5 – Pochissime geometrie, tanta corsa per provare a frapporsi tra il palleggio del Napoli. Spesso invano.

Ola AINA 6 – A far scintille su quella fascia non è tanto Callejon, quanto Malcuit. Tiene botta come può al terzino francese, ma nel finale spreca il contropiede della possibile vittoria.

Alex BERENGUER 5 – Mazzarri lo sposta dalla posizione di esterno a quella di seconda punta, affibbiandogli l’ingrato compito di predicare nel deserto. Missione fallita (dal 63′ Daniele BASELLI 6 – Indossa l’elmetto e dà battaglia nel finale)

Andrea BELOTTI 5,5 – Si spende generosamente per cercare di mantenere il possesso di qualche pallone, ma ha pochissimi rifornimenti. Solo nel finale crea qualche pericolo.

All. Walter MAZZARRI 6,5 – La sua tattica ultradifensiva funziona: l’estrema attenzione difensiva del Torino toglie l’aria al Napoli. Potrebbe interessarti anche: Wanda Nara e la verità sul rinnovo

(fonte: Eurosport)