Le pagelle degli Azzurri. Ieri sera si è concluso il match tra Italia e Liechtenstein, con il super risultato di 6-0. Una vittoria netta che ha regalato agli azzurri il primo posto nel girone. Sei punti nelle prime due giornate di qualificazione a Euro 2020 grazie ai successi sulla Finlandia e sul Liechtenstein. Gli Azzurri hanno dimostrato di essere una squadra compatta e di voler a tutti i costi arrivare all’obbiettivo. Di seguito le pagelle degli Azzurri:

SIRIGU 6

Mancini lo manda in campo al posto di Donnarumma, lui non è quasi mai chiamato in causa ma in quelle rare occasioni dimostra sicurezza.

MANCINI 6.5

Esordio positivo per il calciatore dell’Atalanta che dimostra di poter diventare una risorsa importante per il gruppo azzurro.

BONUCCI 6

Qualche lancio fuori misura e una serata senza nessun affanno per il difensore della Juve.

ROMAGNOLI 6

Non viene quasi mai impegnato dagli avversari così come il resto dei compagni di reparto. Ordinaria amministrazione.

SPINAZZOLA 7.5

Gara strepitosa del calciatore della Juve, che dimostra di avere un alto rendimento anche in Nazionale. Sta bene sia fisicamente che mentalmente.

SENSI 7

 Sblocca il match con un colpo di testa che non è certamente la sua qualità migliore. Poi tanto ordine e geometrie.

JORGINHO 6.5

Non disputa la sua miglior prestazione in azzurro, merita mezzo voto in più per aver concesso a Fabio Quagliarella di calciare un rigore ‘storico’. Segnale di un gruppo compatto e unito.

VERRATTI 7.5

 Gol, corsa, spirito e controllo totale del gioco. Una prestazione da applausi per il centrocampista del Psg, sempre più leader di questa Nazionale. Migliore in campo.  

POLITANO 6

 Si impegna tanto, sbagliando qualcosina di troppo. Tanta corsa e sacrificio, raggiunge la sufficienza piena.

QUAGLIARELLA 7

 Strepitoso. Torna in Nazionale dopo quasi 9 anni e realizza una doppietta dal dischetto che lo fa entrare nella storia della Nazionale: a 36 anni e 54 giorni è il bomber azzurro più anziano di sempre ad andare a segno. Coronamento di un’annata fino questo momento straordinaria.

KEAN 7

 Secondo gol consecutivo per il giovanissimo attaccante classe 2000, sempre più protagonista con la maglia dell’Italia. Dimostra di poter essere il futuro della Nazionale e rappresenta l’esempio di come si possa migliorare allenandosi bene seppur giocando poco nel proprio club.

IZZO 5.5

 Unica insufficienza nella serata azzurra, mezzo voto in meno per l’ammonizione ricevuta nei minuti di recupero per un fallo evitabile.

ZANIOLO 7

Entra in campo a gara in corso e dimostra subito di avere una personalità impressionante nonostante la giovanissima età.

PAVOLETTI 7

 Gol al debutto nello spezzone di gara finale e poco importante se sulla regolarità della sua posizione ci sia più di qualche dubbio. Serata memorabile.

ALL. MANCINI 7

Più che il risultato, contava convincere e la sua Italia lo ha fatto con una prova che lascia ben sperare per il futuro. Il mix tra giovani e più esperti inizia a funzionare. Potrebbe interessarti anche: Maradona risponde a tono a Kempes

(fonte: Skysport)