Quantcast

Lazio Roma Di Francesco: “Ci metteremo cuore e …

Lazio Roma Di Francesco: "Ci metteremo cuore e ...

Lazio Roma Di Francesco. Alla vigilia del derby Lazio Roma, l’allenatore rossonero parla della sfida che dovranno affrontare. In palio punti molto importanti in chiave Champions League. La Roma di Di Francesco è a -1 dal quarto posto occupato dal Milan, mentre la Lazio è a -6 ma con una partita in meno. La Lazio di Inzaghi e la Roma di Di Francesco si sfideranno domani alle ore 20:30 allo stadio Olimpico di Roma. Di seguito le parole di Di Francesco: “Servono cuore e testa. Sento una grande voglia di derby nei miei giocatori e i tifosi ci sono di nuovo vicini. Zaniolo? Sarà tra i grandi protagonisti del derby. De Rossi e Manolas sono pronti a giocare”

Come arrivate a questo derby?Dal punto di vista mentale abbiamo tutti voglia di partecipare a questo grande match. Abbiamo lavorato bene in tutta la settimana.

Che insidie presenterà questa partita?
Quelle di tutti i derby. Affronteremo una squadra molto organizzata, sarà una sfida difficile. Hanno tanta qualità, compreso un calciatore come Correa molto bravo nell’uno contro uno e nel creare situazioni favorevoli per la sua squadra. 

Potete giocare con il centrocampo a 3 considerando che loro giocano a 5?
Tutto ha una logica, ma non sto qui a dirvi come giocheremo per non dare vantaggi a nessuno. Chiaramente abbiamo alternato i vari sistemi di gioco anche a gara in corso, potremo farlo anche domani. Loro giocano a 5, ma chiaramente possono avere un difensore in meno ma la partita cambia a seconda delle varie situazioni. 

Sarà l’esordio di Zaniolo nel derby…Lui deve stare molto tranquillo, ma deve restare concentrato. I compagni gli hanno parlato molto nello spogliatoio, non lo carico molto in questo senso.

Come sta Manolas?
​È disponibile. Ieri si è allenato con la squadra dopo due o tre giorni a parte. Ha recuperato dal problema alla caviglia ed è a disposizione per domani. 

El Shaarawy sarà importante?
Ne abbiamo tanti, non può giocare da solo. Sta facendo bene ultimamente, ma deve mettersi a disposizione dei compagni. Quest’anno ha alzato la sua qualità e ha maggior continuità, ma deve continuare a migliorare. 

De Rossi giocherà sia nel derby che contro il Porto? 
Per me è sempre un’incognita, anche se ultimamente sta dando maggior continuità. Però non possiamo permetterci di fare programmi a lungo termine, ora pensiamo a vincere il derby. 

Qual è il tuo modulo preferito?

Con il Bologna il 4-3-3 non è andato molto bene, ma dipende sempre dagli interpreti e non dai numeri. Con il 4-2-3-1, ad esempio, Dzeko e Pellegrini hanno trovato giovamento. È riduttivo pensare solo al modulo, ogni partita bisogna essere pronti a cambiare a seconda di quel che succede.

Gli infortuni vi hanno penalizzato?
Non mi piace parlare di quel che poteva essere o crearmi alibi. La Roma ha 44 punti, vuol dire che si merita questo. Gli infortuni fanno parte di un percorso, siamo quinti in campionato e ci giochiamo gli ottavi di Champions.

Chi ha più pressioni tra Lazio e Roma?
Entrambe. Il derby è sempre sentitissimo e ci si gioca la qualificazione in Champions, perdere sarebbe un peccato sia per noi che per loro.

Come si vince un derby?
Metteremo sicuramente in campo cuore e impegno, anche i tifosi sono carichi. L’esultanza di Dzeko a Frosinone ha riavvicinato anche la tifoseria, mi auguro sia una gran partita.

Come mai Dzeko segna tanto in Champions e meno in campionato?

Credo sia solo un caso. Ma sono contento di lui, si è messo a disposizione della squadra e la sua condizione è cresciuta tanto dopo l’infortunio. Mi piace come gioca e sono contento di lui anche se non segna.

Marcano ha superato Juan Jesus nelle gerarchie?
A Frosinone avevo un dubbio, entrambi si erano allenati bene. Juan aveva avuto qualche problema, Marcano aveva avuto maggior continuità e gli ho dato questa chance. È cresciuto tanto ma mi fido tanto anche di Juan Jesus, sceglierò sempre anche a seconda delle partite. Ivan è più forte di testa, caratteristica importante contro il Frosinone. Potrebbe interessarti anche: Milan Sassuolo la conferenza stampa di Gattuso

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *