Il tecnico dell’ Inter Antonio Conte ha rilasciato la consueta conferenza stampa alla vigilia del match Lazio Inter.

L’inter di Conte ,dopo aver battuto il Benevento nella seconda giornata di Serie A, affronterà in trasferta la Lazio di Simone Inzaghi. Queste le parole del tecnico nerazzurro.

Una settimana subito impegnativa. Come arrivate alla partita con la Lazio?

“Ci arriviamo bene, sarà la terza partita anche per la Lazio. Abbiamo tutti i calciatori a disposizione, quindi bene così”

Che valore ha questa sfida con la Lazio?

“L’anno scorso abbiamo perso quattro partite, di cui una contro la Lazio all’Olimpico. Sappiamo che è un impegno duro, contro un’ottima squadra. È inevitabile che vogliamo uscire con un risultato positivo”

Senti che questa squadra è cresciuta? Più pronta per questi scontri diretti?

“Alla fine le partite devi giocarle e devi testare i ragazzi in queste partite impegnative. Ogni gara, comunque, ha le sue difficoltà. Contro il Benevento la difficoltà era inquadrare subito la situazione, affrontarla con la giusta determinazione e vincerla. La Lazio è un’ottima squadra che l’anno scorso ha avuto l’ambizione di provare a vincere lo scudetto. Noi dobbiamo andare lì senza snaturarci, proseguendo il lavoro fatto fin qui con i ragazzi”

Questo sarà un esame anche per lei, per vedere la squadra come affronterà una partita così impegnativa dopo tutto il percorso fatto?

“Siamo tutti curiosi di vedere che risposte daremo in partite con questo indice di difficoltà. Stiamo lavorando bene, su determinate situazioni, e vogliamo proseguire su questo percorso cercando di fare del nostro meglio”

Abbiamo visto un atteggiamento molto offensivo nelle prime due gare. Sarà lo stesso domani o l’Inter modulerà il suo atteggiamento visto il livello dell’avversario?

“Io penso che le grandi squadre devono avere la propria identità sempre. L’avversario deve essere studiato e rispettato, ma mai avere paura. Quando le big affrontano partite impegnative, le affrontano nella stessa maniera, sapendo di correre dei rischi. Abbiamo cercato di intraprendere questo percorso fin dall’inizio e continueremo a non snaturarci, anche se dovessero esserci delle battute a vuoto”

Vidal si è ripreso? Si allena normalmente?

“Sì, sta bene. Si è allenato ed è a disposizione per domani”

Quanto è importante per il suo gioco avere un esterno con le caratteristiche di Hakimi?

“Stiamo parlando di un giocatore che ha delle caratteristiche specifiche in fase offensiva. In questo sistema avere giocatori che garantiscono quest’ampiezza ti permette di essere più pericoloso. Puoi pagare dazio a livello difensivo, ma con lui stiamo lavorando per renderlo un giocatore completo, bravo anche nella fase difensiva. Lui si sta impegnando e sono contento sia di lui che di Perisic e Young”

A Benevento si è visto una squadra bellissima dal punto di vista del gioco.: ha fatto 9 gol in due gare, ma ne ha subiti 5. Credi di riuscire a bilanciare questa situazione tra attacco e difesa?

“Noi lavoriamo sempre per trovare il giusto equilibrio tra fase offensiva e difensiva. Stiamo facendo cose importanti a livello di possesso, ma allo stesso tempo dobbiamo essere bravi a evitare di prendere delle ripartenze e farci trovare impreparati. Poi bisogna mettere in conto la bravura dell’avversario”

Per Joao Mario ci saranno a breve novità?

“Sapete che di mercato non parlo. Ci sono persone competenti per rispondere a queste domande”

Nainggolan sarà tra i convocati dopo la faringite che lo ha fermato nell’ultima partita? Ci sono altre defezioni?


“Dopo saranno pubblicate le convocazioni”

Non ti disturba il fatto che il lavoro di un allenatore viene giudicato dai risultati, dalla formazione e dai cambi e non, invece, da quello che succede durante la settimana e dal lavoro fatto con lo staff?

“È una domanda interessante. Penso che in Italia si giudichi tanto in base al risultato della partita. Non si va a vedere tanto, come succede in Spagna, l’organizzazione tattica e di gioco. Noi dobbiamo comunque proseguire nel nostro lavoro e credere in quello che facciamo. A volte capita di ottenere un risultato negativo, ma all’interno della partita ci sono tanti aspetti. Non bisogna farsi condizionare dai commenti negativi. L’obiettivo nostro è anche esaltare la bellezza del gioco” Resta aggiornato con le migliori news sportive , segui MainSport su tutti i canali social.