Quantcast

La conferenza dei piloti di MotoGP. Rossi concorrenza …

La conferenza dei piloti di MotoGP. Rossi concorrenza ...

La conferenza dei piloti di MotoGP inaugura ufficialmente la stagione 2019.
Ci siamo i piloti MotoGP sono pronti e carichi in vista della nuova stagione, si parte dal Qatar dove tutti si sono ritrovati in conferenza stampa. Rossi: “Ci sono 7-8 piloti da podio, questa griglia di partenza ha una forza incredibile”. Marquez: “Ho dimenticato l’infortunio alla spalla, sono quasi al 100%”. Dovizioso: “Prima di salire in moto mi carico con la musica techno” .
Dopo la foto ufficiale, i piloti si trasferiscono in sala stampa per la prima conferenza stampa della stagione . Di seguito la conferenza stampa dei piloti di MotoGP: Dovizioso, Marquez, Rossi, Lorenzo, Vinales, Quartararo e Rins.

Marc Marquez: “E’ bello ricominciare questa stagione, ho ormai dimenticato l’infortunio alla spalla, sono quasi al 100%, questa è una notizia molto positiva. I test sono stati strani per me, ma cercheremo di partire nel modo migliore.

Ho sempre guardo tutti gli avversari allo stesso modo, nel 2017 in pochi parlavamo di Dovizioso, invece è stato lui alla fine l’avversario da battere. Nei test abbiamo notato i miglioramenti di Yamaha e Suzuki, sarà un stagione lunga, bisognerà stare attenti a tutti” .

Andrea Dovizioso:

“I test sono stati strani, ogni giorni abbiamo trovato condizioni diverse, il vento era molto forte, è stato difficile capire e analizzare i problemi. Tutti sembrano poter essere veloci qui in Qatar, tutti sembrano migliorati, in passato è stata una buona pista, ma ogni weekend è diverso, non sono comunque preoccupato, vediamo come sarà il vento, sicuramente possiamo partire con fiducia, ogni stagione ha una storia diversa. Il Mondiale 2018 è stato strano, ho commesso qualche errore, verso la fine però siamo migliorati su piste dove solitamente andiamo male. E’ difficile prevedere che stagione sarà”.


Jorge Lorenzo:

“Abbiamo avuto un po’ di sfortuna negli ultimi sei mesi, non mi sono mai sentito al 100%, adesso mi sto avvicinando a queste condizioni, ma ho bisogno almeno ancora di un mese per poter stare bene e spingere pienamente, come un pilota guarito e in buone condizioni. La Honda porterà delle modifiche per farmi sentire più a mio agio in queste condizioni fisiche. La Honda è una moto completamente diversa dalla Ducati. Non esiste la moto perfetta, ma la Honda mi è piaciuta fin dal primo momento, abbiamo un buon pacchetto di partenza, cercherò di concludere la gara nella migliore posizione possibile”.

Valentino Rossi:

“I 40 anni sono un momento importante, questo è come il primo giorno di scuola, è interessante rivedere tutti i ragazzi del paddock, i nuovi colori delle moto, questa griglia di partenza sembra avere una forza incredibile, tutti i piloti sono stati veloci, di solito i weekend di gara sono un po’ diversi, ma mi aspetto di vedere tutti i piloti ufficiali al vertice, la Yamaha ha lavorato sodo durante l’inverno. Negli ultimi anni ho sempre ottenuto buoni risultati in Qatar, quindi dobbiamo provarci. Tuttavia pensando al momento attuale, ci sono 7-8 piloti che possono salire sul podio, quindi dobbiamo capire le condizioni di aderenza e del vento”.

Maverick Vinales:

“Ho delle buone sensazioni in moto, abbiamo fatto degli ottimi giri, la Yamaha ha lavorato sodo per stare davanti, io mi sento bene in moto e sono contento della strada che sta prendendo il team, vedo tutto con una mentalità positiva. Stiamo riducendo il divario poco a poco dagli avversari, abbiamo dimostrato di poter essere veloci su piste diverse”.

Alex Rins:

“Abbiamo concluso la stagione scorsa con prestazioni molto positive, abbiamo ottenuto diversi podi, la Suzuki ha lavorato molto bene durante l’inverno, cercherò di essere al 100% per domenica. Lottare per il Mondiale? Cercherò di lavorare senza pressione, è importante divertirsi e godersi la moto, gara per gara. Sarà difficile vincere qui in Qatar, tutti proveranno a spingere da subito, anche io proverò a lottare con gli altri piloti, tutti sono stati velocissimi nei test”.

Fabio Quartararo:

“Cercheremo di mantenere la concentrazione alta per questa nostra prima gara in MotoGP, ci sentiamo bene in moto. Tutti sono veloci, io cercherò di divertirmi senza pensare ad altro. Diventare rookie dell’anno? Non ci penso, voglio concentrarmi gara per gara”.

Marc Marquez“Le cadute-non cadute? Voglio ridurle quest’anno, ma se c’è bisogno di cadere tutte quelle volte per diventare campione del mondo, allora non c’è problema. Cercherò di gestirmi con una maggiore esperienza”


Jorge Lorenzo: “La Honda è migliorata in rettilineo, finalmente abbiamo un motore veloce, è sempre positivo, perché più velocità hai in rettilineo, meglio è”

Valentino Rossi:“Quartararo potrebbe essere mio figlio? Questo mi dispiace molto (sorride, ndr). Fabio è molto giovane, è più giovane persino di mio fratello Luca. Quest’anno ha una buona occasione per dimostrare le sue capacità.

Marc Marquez: Abbiamo migliorato la velocità di punta, purtroppo quando migliori in alcune aree finisce per trascurare le altre. Siamo comunque riusciti a gestire la cosa molto bene, sono felice dei miglioramenti”

Maverick Vinales: “Abbiamo cambiato le regolazioni per il primo giro, avevamo un setup troppo soft per il primo giro. Penso di poter migliorare parecchio in partenza”

Valentino Rossi: “In questo weekend potremmo farci un’idea migliore delle potenzialità della Yamaha, sotto alcuni punti di vista è migliorata, ma ci sono altri punti su cui bisogna ancora migliorare. Nell’ultimo giorno di test abbiamo visto molte Yamaha nelle prime posizioni. Forse sarà meglio parlarne dopo almeno 5-6 gare”

Marc Marquez: “La MotoGP è la mia passione, è uno stile di vista, la MotoGP è lo spettacolo più bello”

Jorge Lorenzo: “Anche per me la MotoGP è la mia passione, è la mia motivazione, il mio lavoro, per me adesso è il motorsport più bello del mondo, mi sento molto fortunato a essere qui”. Potrebbe interessarti anche: Rossi e l’asta benefica per Simoncelli

(fonte: Skysport)

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *