Inter Antonio Conte, oggetto di minacce.

Inter Antonio Conte

L’allenatore nerazzurro ha ricevuto una busta anonima con un proiettile, messo sotto vigilanza.

Una notizia che ha dell’incredibile e che ha sconvolto tutti. Il tecnico dell’Inter , Antonio Conte, qualche giorno fa ha ricevuto una busta anonima contenente una serie di minacce e un proiettile con evidente fine intimidatorio. Antonio Conte sotto shock , messo sotto vigilanza , dopo aver ricevuto a casa una busta anonima con all’interno diverse minacce e un proiettile. Da quello che riporta il Corriere della Sera, lo stesso tecnico nerazzurro ha denunciato la vicenda alle forze dell’ordine.

Dopo la misura decisa dalla Prefettura di Milano, pattuglie di polizia e carabinieri passeranno in strada con più frequenza intorno allo stabile di Milano dove vive l’allenatore, e agli uffici della società nerazzurra. Il contenuto ricevuto da Antonio Conte, che ha tempestivamente avvisato la società dell’Inter , sarà esaminato nei minimi dettagli.

In queste ore si cerca di individuare il mittente, anche se al momento sembra trattarsi di un’azione di un mitomane. Al momento tutti i reperti sono sottoposti al vaglio di accertamenti scientifici . Vuoi essere sempre aggiornato sul mondo del Calcio? clicca  Qui . Dopo la denuncia contro ignoti fatta dal tecnico nerazzurro, e’ stata aperta un’inchiesta, e nonostante sia elevata la probabilità che si tratti di un mitomane, nulla è preso superficialmente.

Sempre secondo quanto riportato dal Corriere, al momento non esistono indicazioni che quanto riportato nella lettera al tecnico e il proiettile , siano intimidazioni legate alla criminalità o alle tifoserie. Anche perché l’Inter sta facendo un campionato di altissimo livello e non risulta alcun tipo di tensione tra società, allenatore, giocatori e curva.

Scrive il Corriere della Sera:

Fatti di questo tipo (ovvero minacce che abbiano quelle caratteristiche) si verificano con una certa frequenza e, pur se la pallottola può incutere paura in chi la riceve, di fatto non si traducono quasi mai in aggressioni reali.  Il livello di rischio viene ritenuto dunque molto basso, ma si è deciso comunque di prevedere quel livello di vigilanza aggiuntivo, più che altro a scopo di precauzione.

Ore 13.00- aggiornamento del 16 novembre 2019 .

La lettera con minacce ad Antonio Conte, per la quale la procura di Milano indaga per minacce aggravate, è arrivata all’Inter: con una dichiarazione all’ANSA, è il club nerazzurro a precisare le circostanze della vicenda. In relazione alle notizie pubblicate oggi, l’Inter precisa che Antonio Conte non ha ricevuto personalmente alcuna lettera minatoria e, di conseguenza, non si è recato in prima persona a sporgere denuncia.  È stato il club a ricevere una lettera e, come da prassi in questo genere di situazioni, ha provveduto a rivolgersi alle autorità competenti.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *