Gonzalo Higuain: i traguardi di El Pipita.

Gonzalo Higuain

Il percorso di Gonzalo Higuain : dal tradimento al Napoli fino ad arrivare alla Juventus.

Gonzalo Gerardo Higuain, nato a Brest (Francia) il 10 dicembre 1987 è un calciatore della nazionale argentina ed attualmente riveste il ruolo di attaccante della Juventus. Figlio d’arte, in quanto il padre Jorge è un ex-calciatore e la madre Nancy Zacarías, è una pittrice.

Il soprannome “El Pipita”

El Pipita è il soprannome che ha “ereditato” dal padre, chiamato appunto El Pipa a causa del suo naso grande. Chiaramente il soprannome nulla ha a che vedere con il suo naso, ma si riferisce al suo lato caratteriale vivace e sveglio derivante proprio dalla traduzione argentina del termine.

Il calciatore pur essendo nato in Francia fa parte della nazionale argentina per una serie di coincidenze: il padre nel periodo in cui nacque Higuain giocava in una squadra francese, anche se subito dopo tornò in patria chiudendo la carriera calcistica in due squadre argentine.

In fin dei conti, quindi, il calciatore è francese per puro caso. Proprio con la sua nazionale argentina è stato vicecampione del mondo nel 2014 e poi nei due anni successivi vicecampione d’America.

La lunga carriera di El Pipita.

Gonzalo Higuain inizia a giocare in un club di Buenos Aires, per poi essere acquistato all’età di 10 anni dal River Plate. Dopo aver giocato per molto tempo nella squadra giovanile del River Plate, finalmente nel 2005, a 17 anni, debutta in prima squadra.

Gonzalo Higuain: la conquista della maglia del Real Madrid

I sacrifici fatti con la maglia della squadra argentina, lo mettono in mostra in Europa, dove nel 2006 viene acquistato dal Real Madrid, firmando un contratto di sei anni e mezzo. Alla fine del suo contratto, di comune accordo con la società, esprime la volontà di lasciare il Real Madrid, squadra con la quale ha vinto sei trofei, giocato 264 partite e realizzato 121 gol.

Il passaggio di Higuain al Napoli

Una volta concluso il contratto con la squadra spagnola, Gonzalo Higuain viene acquistato nel 2013 dal Napoli per 37 milioni di euro più 3 di bonus. Durante la stagione 2015-2016 raggiunge vari traguardi: entra tra i migliori dieci marcatori della storia del Napoli con 70 reti, segna per sei giornate consecutive eguagliando il primato di Maradona e supera in più il proprio primato personale di 27 gol in una stagione e le 29 reti di Cavani.

Nel luglio 2016 la Juventus acquista Gonzalo Higuain per 90 milioni di euro, risultando il trasferimento più costoso nella storia della Serie A, fino al luglio 2018 quando la stessa Juventus acquista Cristiano Ronaldo. Nel 2018 il calciatore viene ceduto in prestito oneroso annuale al Milan, con diritto di riscatto a favore di quest’ultima.

L’esperienza di Gonzalo Higuain, però, risulta abbastanza tormentata e sotto le aspettative tanto che a gennaio 2019 Milan e Juventus si accordano per risolvere anticipatamente il contratto. Il giocatore passa allora in prestito al Chelsea, ma dopo il suo debutto, nei mesi successivi, non risulta all’altezza delle aspettative e proprio per questo a fine stagione la squadra non ne riscatta la proprietà. Proprio per questo il 1° luglio 2019 torna definitivamente alla Juventus, dove attualmente gioca.

Durante la sua carriera calcistica Gonzalo Higuain ha conquistato 3 campionati spagnoli, 2 Supercoppe spagnole e una Coppa di Spagna con il Real Madrid, una Coppa Italia e una Supercoppa italiana con il Napoli, 2 campionati italiani e 2 Coppe Italia con la Juventus e una UEFA League con il Chelsea.

Il “tradimento” di Gonzalo Higuain al Napoli

Il passaggio di Gonzalo Higuain alla Juventus non è affatto piaciuto ai tifosi napoletani, che lo hanno giudicato un traditore. Le belle parole che il calciatore aveva avuto per il Napoli non hanno minimamente interessato i suoi ex-tifosi che non lo avevano visto di buon occhio.

Quando il giocatore si era trasferito aveva infatti voluto ringraziare i suoi tifosi per l’affetto che gli avevano dato, ammettendo di aver vissuto tre anni molto belli. Fatto sta che il gesto avuto dal calciatore aveva lasciato l’amaro in bocca alla società e ai suoi tifosi, creando malcontento. Sui social non erano ovviamente mancati insulti, foto e meme poco dignitosi.

La rottura del contratto era probabilmente avvenuta a causa degli screzi con il presidente De Laurentiis, dovuti a differenti modi di pensare. Il comportamento di Gonzalo Higuain aveva lasciato interdetto anche l’allenatore Sarri, che si dichiarava deluso per i modi avuti dal calciatore, oltre che per l’effettiva perdita di un calciatore determinante nella squadra.

Seguici su MainSport per restare aggiornato e per altre storie dei personaggi dello sport.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *