Frosinone Inter Spalletti. Lautaro o Icardi ?…

Frosinone Inter Spalletti. Lautaro o Icardi ?...

Frosinone Inter Spalletti. Lautaro o Icardi ?...

Frosinone Inter Spalletti. Alla vigilia del match tra Frosinone e Inter che si giocherà il 14 aprile 2019 alle ore 20:30, Luciano Spalletti, ha parlato della sfida e della situazione di Lautaro: “Dobbiamo fare di tutto per raggiungere il nostro tesoro, la Champions League. Ne abbiamo parlato con la società. Icardi e Lautaro? Non cambia molto, la squadra si è adattata a entrambi”. E poi sprona Nainggolan: “Deve tornare a essere protagonista” .

Come sta Lautaro Martinez? 

Sta bene, ha recuperato, è a disposizione. Ha fatto gli allenamenti con la squadra, è pronto a giocare anche dal primo minuto .

Icardi e Lautaro insieme?  

Sono due prime punte d’area di rigore, per determinate situazioni, uno sa fare una cosa e l’altro ne sa fare un’altra. E’ chiaro che le loro caratteristiche sono diverse. Mauro attacca di più la porta, è più feroce, ha meno qualità di Lautaro nel venire a prendere il pallone. Ma tutti e due sanno fare determinate cose, cercare il pelo nell’uovo. E quindi la squadra non ha fatto nessuno sforzo nell’adattarsi ai loro modi. 

Cosa temi del Frosinone?

  Marco Boroni in primis, ha tenuto in piedi la situazione e ha fatto vedere di essere un ottimo allenatore, soprattutto un ottimo psicologo. La squadra è in salute, altrimenti non vai a vincere a Firenze. Sono nelle condizioni di fare risultato contro chiunque, poi dobbiamo aggiungere il fattore campo e il fattore pubblico. Possono esserci delle difficoltà. 

Tanti diffidati domani… 

Deve succedere qualcosa di incredibile per essere penalizzato in base alle scelte che hai fatto, bisogna andare incontro a questi tipi di difficoltà. Cambia poco, prima o dopo. 

Cosa ti fa scegliere tra Icardi e Lautaro dall’inizio?  

Lo stesso discorso che faccio quando devo scegliere tra Perisic e Keita, Dalbert e Asamoah, D’Ambrosio e Cedric, de Vrij e Miranda. Gli stessi ragionamenti. 

Nainggolan è in debito con me? 

Dobbiamo mettere l’Inter davanti a tutto, le sue attenzioni vanno fatte in questa direzione. Se vuole avere a cuore qualcosa, quello è l’Inter .

Hai già pianificato il futuro con la società? 

Ci siamo incontrati e abbiamo deciso che non dobbiamo avere rimorsi per questo finale di campionato, è tutta una conseguenza di questi risultati. Ci siamo incontrati come pensiero, dobbiamo fare tutto per il baule, il forziere, ovvero andare in Champions League. È il nostro tesoro, siamo in sintonia su questo. La cosa fondamentale è che il nostro compito resta lo stesso, non c’è spazio di adagiarsi su questa cosa, non dobbiamo trascurare nulla. Ciò che trascuriamo oggi non può essere recuperato domani, siamo forti su questi concetti. 

Dalbert può avere una chance dal primo minuto? 

Se il concetto è far giocare chi non si vede da un po’ ne ho 4-5 da far entrare. Lui è forte, si è allenato bene, tengo in considerazione tutto e poi scelgo. Sempre per l’importanza del risultato.  

Stasera c’è Milan-Lazio… 

Non dobbiamo fare i conti, l’Inter ha fatto vedere di poter stare in campo. Il peso della prestazione è più importante, il carattere, la voglia di fare. Abbiamo giocato bene ultimamente, ogni risultato può fare la differenza a poche gare della fine. 

Sui social ieri ha condiviso una riflessione sull’importanza di concentrarsi su questa stagione. Un messaggio a livello mediatico?  

Quello che ho fatto è chiaro. Ho reso merito alla serietà e professionalità dei calciatori, che è quello che fa la differenza. Da parte mia non ho niente da dire. C’è da vedere se facendo queste cose in questo periodo si dimostra di avere a cuore i tanti lettori interisti che leggono il giornale. 

Che insidie nasconde la trasferta di Frosinone?  

Dobbiamo guadagnarci un posto tra le prime 4, non dobbiamo distrarci. È una gara difficile, loro hanno fatto belle partite nelle ultime giornate, giocarci ora è molto scomodo. Poi bisogna considerare l’ambiente, i tifosi, lo stadio, ci vorrà il massimo che abbiamo a disposizione

Chi gioca da Icardi e Lautaro?  

Posso dirvi tanti dubbi, da Asamoah-Dalbert a D’ambrosio-Cedric, passando per Keita-Perisic. Posso dirvi che gioca D’ambrosio dai. Lautaro è a disposizione, ha fatto buoni allenamenti, poi parlerà il campo. La partita ha tante sfumature. 

Nainggolan può essere l’arma in più?  

Deve esserlo. Sfortunatamente è venuto a mancare in diverse partite a causa degli infortuni. Deve evidenziare la sua forza caratteriale, deve guadagnare molto da questo finale di campionato. Ha a disposizione la voglia di rimettere tutto a posto. 

Ciò che ha detto su Instagram è per tenere tutti concentrati sul presente? 

Sì, per mettere a fuoco quello che è veramente importante, cioè il nostro compito che va portato sino in fondo essendo noi professionisti dell’Inter. Dobbiamo guadagnarci un posto nelle prime quattro. Siccome ci sono dei momenti che possono disturbare, bisogna tener conto sempre del bene dell’Inter.  Si chiude la conferenza stampa di Spalletti per il match Frosinone Inter. Potrebbe interessarti anche: Roma Udinese le probabili formazioni

(fonte: Skysport)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Show Buttons
Hide Buttons