La Fiorentina di Cesare Prandelli sfida il Verona di Ivan Jurić, nella 13.ma giornata di campionato della Serie A.

La Fiorentina al diciassettesimo a quota 10 punti, ospita il Verona al settimo posto con 19 punti in classifica, nella 13.ma giornata di Serie A. I padroni di casa sono reduci da un pareggio contro il Sassuolo per 1-1, metnre gli ospiti hanon perso in casa contro la Sampdoria con il risultato di 1-2.

La partita Fiorentina-Verona si giocherà sabato 19 dicembre 2020 alle ore 15.00 nel palcoscenico dello Stadio Franchi e sarà trasmessa  in esclusiva in diretta tv da  Sky sui canali Sky Sport Serie A (numero 202 e 249 del satellite, numero 473 e 483 del digitale terrestre) e Sky Sport (numero 251 del satellite). Gli abbonati avranno anche la possibilità grazie a Sky Go di godersi la partita in diretta streaming sia su dispositivi mobili come tablet e smartphone, sia sul proprio pc o notebook.

Nel primo caso occorrerà scaricare la app, nel secondo basterà collegarsi con il sito ufficiale della piattaforma. L’alternativa è costituita da Now Tv, il servizio di streaming live e on demand di Sky che consente, acquistando uno dei pacchetti proposti, di vedere il meglio della programmazione sportiva della tv satellitare.

Le formazioni Fiorentina-Verona

Giuseppe Iachini è pronto a schierare il modulo 3-5-2. A difesa del portiere Dragowski, spazio a Caceres, Milenkovic, e GerPezzella. In mediana spazio a Bonaventura, Amrabat e Castrovilli, mentre sulle corsie laterali agiranno Lirola Biraghi. In attacco la coppia offensiva RiberyVlahovic.

Ivan Jurić scenderà in campo con il 3-4-2-1. Tra i pali Silvestri, difesa a tre formata formata da LovatoDawidowicz Magnani. A centrocampo la coppia TamezeVeloso, mentre sulle fasce laterali agiranno  Faraoni e Dimarco. Sulla trequarti spazio alla coppia ZaccagniSalcedo, pronti ad innescare l’unica punta Di Carmine.

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Caceres, Milenkovic, Ger. Pezzella; Lirola, Bonaventura, Amrabat, Castrovilli, Biraghi; Ribery, Vlahovic.

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Lovato, Dawidowicz, Magnani; Faraoni, Tameze, Miguel Veloso, Dimarco; Zaccagni, Salcedo; Di Carmine.

Potrebbe interessarti anche: Zlatan Ibrahimovic, la storia di un campione.