Quantcast

Fabio Capello: “La Juve sta tornando, ma l’Inter resta favorita”.

Fabio Capello

L’ex allenatore della Juve, Fabio Capello , ha parlato degli uomini di Pirlo che sono tornati in corsa per lo scudetto.

Fabio Capello, dopo il match della Juve contro il Sassuolo, ai microfoni di Radio Anch’io lo sport, ha confermato il ritorno dei bianconeri per la lotta allo scudetto:

Sta trovando una identità e ci sono meno problemi di gioco. La squadra sta capendo cosa vuole Pirlo, deciderà il recupero con il Napoli e soprattutto la partita contro l’Inter. E tutto nonostante l’assenza di Cristiano Ronaldo. È un giocatore che in qualsiasi momento può dare la zampata vincente, ma ora gli altri sono più responsabilizzati e questo è un bene. Vedo una Juve meno dipendente da lui“.

Fabio Capello su Roma e Inter

La Roma è più pronta, ma il Derby è sempre una partita particolare. Da tempo che dico che mi piace come gioca, solo che anche ieri ha lasciato 20-25 minuti all’Inter. Poi negli ultimi 20 minuti ha giocato ancora da grande squadra. Ieri ho visto una Lazio viva, ma che le mancano tanti giocatori e questo fa la differenza“.

Poi Capello ha detto la sua su Conte e l’Inter: “Antonio ha fatto sempre di determinazione, rabbia e forza il suo credo e lo sta facendo anche ora. Nella partita dell’Olimpico entrambe hanno avuto momenti di grande calcio e momenti di smarrimento, ma una grande squadra non deve commettere errori. La gara di domenica prossima sarà una partita importantissima, in caso di vittoria dell’Inter la Juve sui allontanerebbe troppo in classifica“.

Sul Milan

È una squadra giovane e divertente, ha perso con la Juve ma è come se avesse vinto per come ha giocato. In molti pensavano che senza Ibra sarebbe crollata e invece no. Ogni squadra ha le sue caratteristiche, ogni allenatore deve capire in quale società va a lavorare e in base a quello anche trasformare il suo carattere e modo di gestire. Pioli aveva avuto una esperienza all’Inter, poi è arrivato al Milan senza grande pressioni ed è stato confermato dimostrando serenità e voglia di fare. Sta riuscendo a dare a tutti i giocatori il giusto peso e quindi penso che con una squadra così giovane potrebbe sorprendere e durare fino alla fine“.

Potrebbe interessarti anche: Zlatan Ibrahimovic, la storia di un campione


Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *