F1 Cardile: “La Ferrari non può ancora lottare per vincere”

f1 Cardile

L’Head of Performance Development della Ferrari di Maranello, Enrico Cardile, ha analizzato il momento del Team.

Alla vigilia del secondo Gran Premio di F1 a Silverstone, l’Head of Performance Development della Scuderia di Maranello, Enrico Cardile,fa il punto sull’attuale momento della Rossa. “Per la seconda volta in quest’anomala stagione 2020 ci prepariamo ad affrontare un weekend di gara sullo stesso circuito dove abbiamo appena corso”.

Il risultato a due facce dello scorso weekend, allora, deve servire per una “doppia motivazione”: “Da un lato – spiega – vogliamo provare a confermare quanto di buono abbiamo visto, in particolar modo in qualifica. Dall’altro dobbiamo fare di tutto perché entrambi i piloti – e non soltanto uno – siano in grado di estrarre il massimo dal pacchetto attualmente a disposizione, in primis evitando di perdere tempo prezioso a causa di problemi di affidabilità”.

F1 Cardile: “Sappiamo di non poter lottare per un GP ma ciò non diminuisce la nostra motivazione”

Nel prossimo weekend, la SF1000 si presenterà “nella stessa configurazione che abbiamo visto lo scorso settimana – aggiunge -. Cercheremo di ottimizzare ogni aspetto, in particolar modo per quanto riguarda il rendimento delle gomme sulla lunga distanza. Per questo appuntamento infatti la Pirelli ha confermato una scelta di mescole un gradino più morbide rispetto a quelle utilizzate nel Gran Premio di Gran Bretagna, il che porrà a tutti i team una nuova sfida, sia in qualifica che in gara.

Se poi si considera che anche questo fine settimana si prevedono condizioni meteorologiche stabili, con temperature piuttosto elevate per queste latitudini, il quadro si fa ancora più complesso”. E sulla possibilità di vincere un Gran Premio: “Siamo consapevoli che, oggi come oggi, non siamo in grado di lottare per la vittoria ma ciò non diminuisce in alcun modo la nostra motivazione. L’obiettivo è di fare il massimo, giorno per giorno, e di portare a casa più punti possibili: per noi e per tutti i nostri tifosi”.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *