Quantcast

Conferenza Stampa di Di Francesco. Olsen ha …

Conferenza Stampa di Di Francesco. Le parole dell'allenatore

Conferenza Stampa di Di Francesco. Alla vigilia del match Chievo Roma, l’allenatore giallorosso, ha rilasciato quanto segue:

“Ci saranno giocatori non convocati per problemi fisici. Olsen ha un problema al polpaccio, speriamo di recuperarlo. Manolas ha pubalgia e ha fastidio, speriamo di recuperarli per la Champions. Da valutare De Rossi, recuperato Juan Jesus”.

All’andata la Roma ha perso tanti punti con le piccole

 “Punti ne abbiamo persi tanti, ma non solo noi. Chievo è squadra agguerrita, lavora bene. Noi abbiamo avuto poca continuità in queste circostanze, dovremo essere più cinici e fare fase difensiva in modo più adeguato”.

Roma in crescita contro il Milan, formazione riproponibile? “Può essere, sì. Karsdorp ha avuto molta continuità difensivamente contro il Milan, ha lavorato molto bene. Anche Schick ha fatto bene, è stato cattivo come dovrebbe essere sempre. Potrebbero giocare ancora”.

Centrocampo a 3 contro il Milan, soluzione migliore anche se c’è N’zonzi? “De Rossi e N’Zonzi hanno caratteristiche differenti, ma sono i nostri equilibratori. Nei tre N’Zonzi può giocare, ma in modo diverso. Siamo mancati comunque nella continuità, al di là dei moduli. Sono più importanti gli atteggiamenti mentali. Il 4-3-3 mi piace, lo sapete, ci sta ripeterlo anche a Verona. Ma anche il 4-2-3-1 è possibile”.

Come gestire Zaniolo? “Giocherà anche col Chievo, a livello mentale è libero e sfruttiamo questa sua gioventù. Anche lui deve migliorare nelle scelte che nel match, a volte è troppo generoso. Ben venga questa sua esuberanza, poi penseremo al riposo”.

Schick ritrovato, Dzeko in crescita. Di nuovo insieme? “Anche domani possono giocare insieme, sì. Al di là di questo, voglio sottolineare che una squadra fisicamente non può avere risposte in pochi giorni, ci sono altri aspetti che contano. La condizione arriva più che dalle partite, dagli allenamenti. Lo abbiamo fatto bene ultimamente, ma non basta”.

Torna Jesus, sostituirà Manolas? “Così vi dico la formazione… Difficile che Jesus possa partire, già che sia a disposizione è tanto. Ha ritrovato sicurezza, ma ricordiamoci che da infortunio arriva”.

Come ha fatto a cambiare Schick? “Credo che si fosse creata una situazione un po’ particolare, lui è cresciuto in questo senso. Anche in altre partite ha vinto duelli, è cresciuto anche in autostima. Non dipende solo da allenatore ma anche dai compagni, arriva un certo punto in cui bisogna crescere anche come cattiveria. Penso sia un messaggio che è passato, ma non ci accontentiamo”.

Florenzi vive un momento difficile, come sta? “Sono convinto che la crescita di Karsdorp sia da stimolo per lui. Servono due giocatori per ruolo, che fanno crescere tutti. Alessandro arriva da un periodo in cui si è allenato poco e questo lo ha subito. Ma sono convinto, vedendo come si allena, che tornerà a fare bene. Un momento di difficoltà che si supererà vincendo le partite”.

Ha parlato con Kolarov sul rapporto con i tifosi? “Siamo tutti uomini, anche quando sbagliamo. Spesso le cose sono più grandi di quelle che sembrano. Lui è dispiaciuto di quanto accaduto con il tifoso dopo la Fiorentina. Il fatto che Kolarov sia difeso dai compagni vuol dire che ha attaccamento per i colori. Ha giocato per mesi con un piede fratturato, ha fatto infiltrazioni per giocare e si è allenato pochissimo. Questo per mettersi a disposizione della Roma. Poi accadono le cose che possono andare a posto, spesso capita la mancanza di rispetto. Credo che Aleksandar sia importante per noi, spero che tutti tornino a sostenerlo”.

Olsen non convocato, come sta Mirante? Fuzato com’è? “Fuzato ha grandi qualità, grazie al lavoro del nostro staff. Col Chievo giocherà Mirante, ha superato il problema al polpaccio. Comunque Fuzato è di grande prospettiva”.

Qual è il problema di Pastore? “Credo che non sia abitudine nel giocare nei miei schemi. Ci sono tante componenti che non lo fanno rendere al meglio. Anche per colpa mia non riesce a giocare con continuità. Si allena sempre bene, ma la partita è diversa. Javier deve continuare a fare bene in allenamento, sapendo che Zaniolo sta facendo benissimo ma prima o poi riposerà”. Potrebbe interessarti anche: Monchi in fuga

(fonte: Skysport)




Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *