Calcio, De Laurentiis: Chi non è in forma non deve giocare.

Calcio, De Laurentiis: Chi non è in forma non deve giocare.

Calcio. Il presidente del Napoli ha parlato in esclusiva a Sky Sport, tornando sulla sconfitta di Torino contro la Juve.

Calcio. De Laurentiis ha parlato in esclusiva della sconfitta contro la Juventus: “Forse è meglio far giocare chi ha fatto la preparazione dall’inizio, ma capisco Ancelotti: è difficile lasciare fuori i migliori“. Poi sulla sfida con il Liverpool in Champions: “Dobbiamo giocare come se fosse una finale

Dopo una settimana dal match dell’Allianz Stadium, in un’intervista esclusiva rilasciata a Sky Sport a Ginevra, il presidente del Napoli è tornato sulla sconfitta contro i bianconeri. “A volte non bisogna rispettare i gradi di importanza all’interno della squadra. Chi è arrivato in ritardo deve lasciare posto a chi ha fatto tutta la preparazione. Però è difficile lasciare fuori i migliori e per questo non si possono attribuire degli errori ad Ancelotti”.

Il presidente del Napoli ha parlato anche della sfida a Liverpool in Champions League. “Abbiamo battuto i Reds in amichevole con ampio margine (4-0, ndr), ma non vorrei che potesse dare ai nostri una certa tranquillità . Dobbiamo entrare in campo arrabbiatissimi, concentratissimi, come se si giocassero la partita dell’anno. Perché ogni partita deve essere la partita dell’anno, solo così si raggiungono obiettivi“.

De Laurentiis è a Ginevra per l’assemblea dell’Eca. Nei giorni scorsi si è parlato a lungo di una sfida a due con il presidente dell’Inter, Steven Zhang, per entrare nel Board dell’Associazione dei club. “C’è stata una cattiva informazione: Zhang e io ci stimiamo e non saremmo mai andati a competere per lo stesso ruolo, al massimo ci saremmo accordati . Io ho sempre puntato alla Club competion commettee, un board per stabilire le competizioni dei club in ottica futura. C’è molto da lavorare, perché già si sta parlando del 2024-2027. Ci sono varie ipotesi, ma il mondo è in evoluzione e ciò porterà delle novità di anno in anno. Bisognerà essere attenti e prevedere i cambiamenti. L’importante è evitare di adeguarsi. Così il mondo del calcio trarrà dei vantaggi“. Potrebbe interessarti anche: Calcio Lazio, intervista al ds Tare

(fonte: SkySport)

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *