Bologna Juventus Dybala: “Sul mio gol bravo Bernardeschi”.

Bologna juventus Dybala

L’attaccante della Juvenyus, Paulo Dybala, dopo la vittoria a Bologna commenta il suo gol : “Bravo Bernardeschi a trovarmi. Il ruolo? Cerco sempre di fare quello che mi dice Sarri”.

Paulo Dybala , attaccante della Juventus, si gode la vittoria contro il Bologna, arrivato anche grazie a un suo meraviglioso gol, e torna anche alla sconfitta nella finale di Coppa Italia contro il Napoli:

Il mio gol? E’ stato bravo Bernardeschi a trovarmi, poi credo che il difensore non si aspettasse la mia giocata. La Coppa Italia? Si possono interpretare soggettivamente. Se avessimo vinto la finale tutti avrebbero detto che avevamo giocato bene“.

Onestamente credo che non siamo stati brillanti e non è facile esserlo dopo il periodo che abbiamo passato, ma a noi è servito per tornare brillanti. Condizione? Non mi sentivo al massimo, ma sono contento della partita fatta. Grazie ai preparatori ho fatto un’ottima preparazione al ritorno, ma non è facile trovare la forma migliore in così poco tempo. Normale vedere cali fisici di tutte le squadre”. 

Bologna Juventus Dybala , sulla posizione in campo

Nella mia carriera ho giocato in tutti i ruoli offensivi, quindi cerco sempre di adattarmi a quello che chiede l’allenatore e alle esigenze della squadra. Non ho nessun problema, l’importante è fare quello che dice Sarri. Contro una squadra che gioca a uomo come il Bologna ho avuto molto più spazio. Poi ognuno deve fare i movimenti giusti. Quando sono sulla destra cerco di andare in appoggio dietro e poi cercare il tiro. Potevamo fare altri gol, ma di certo faremo meglio nelle prossime partite”

Bonucci: “Si è parlato troppo”

Vincere qui è stato fondamentale, anche per ritrovare quella ‘spinta'”. Così Leonardo Bonucci, dopo la partita del Dall’Ara. “In questi giorni si è parlato troppo- dice ancora Bonucci -, noi dobbiamo fare quadrato e rispondere sul campo come abbiamo fatto questa sera. Dopo la finale di Coppa ci siamo parlati, e confrontati tutti insieme. E poi abbiamo indicato una strada”.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *