Il Bologna di Siniša Mihajlović ospita l’Inter di Antonio Conte nella 29.ma giornata di campionato della Serie A.

Il Bologna all’ 11° posto a quota 34, sfida l’Inter al 1° posto con 65 punti in classifica nella 29ª giornata di Serie A. I padroni di casa sono reduci da una vittoria contro il Crotone per 2-3. Stessa sorte per gli ospiti che hanno vinto contro il Torino con il risultato di 1-2. Di seguito le formazioni di Bologna-Inter e dove vederla.

La partita Bologna-Inter si giocherà sabato 3 aprile 2021 alle ore 20.45 allo Stadio Renata dall’Ara e sarà trasmessa in esclusiva in diretta tv da Sky sui canali Sky Sport Serie A (numero 202 e 249 del satellite, numero 473 e 483 del digitale terrestre) e Sky Sport (numero 251 del satellite).

Gli abbonati potranno inoltre seguire la gara anche in diretta streaming mediante Sky Go, sia sul proprio pc o notebook, sia su dispositivi mobili come tablet e smartphone. Nel primo caso basterà collegarsi con il sito ufficiale della piattaforma, nel secondo occorrerà scaricare l’applicazione per sistemi iOS e Android. L’alternativa è costituita da Now Tv, il servizio di streaming live e on demand di Sky, che permette di vedere il meglio della programmazione sportiva della tv satellitare acquistando uno dei pacchetti proposti.

Le formazioni Bologna-Inter

Siniša Mihajlović scenderà in campo con il modulo 4-2-3-1. A difesa del portiere Ravaglia, spazio a TomiyasuSoumaoroDanilo Dijks. A centrocampo conferma per la coppia SchoutenSvanberg. Sulla trequarti agiranno OrsoliniSoriano Sansone, pronti ad innescare l’unica l’unica punta Barrow.

Antonio Conte è pronto a schierare il 3-5-2 . Tra i pali Handanovic difesa a tre formata da Skriniar Ranocchia e Bastoni. A centrocampo conferma per EriksenBrozovic Barella, mentre sulle fasce laterali agiranno Hakimi Peresic. In attacco la coppia offensiva Lautaro MartinezLukaku.

Bologna (4-2-3-1): Ravaglia; Tomiyasu, Soumaoro, Danilo, Dijks; Svanberg, Schouten; Orsolini, Soriano, Sansone; Barrow

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Hakimi, Eriksen, Brozovic, Barella, Perisic; Lautaro Martinez, Lukaku

Potrebbe interessarti anche: Romelu Lukaku, la storia del gigante buono.