Barcellona Messi : “La vita dopo il coronavirus”

Barcellona Messi

L’attaccante argentino del Barcellona, Leo Messi, ha parlato dell’impatto che il coronavirus ha avuto sulla gente.

Dopo la notizia ufficiale della ripresa del campionato di Serie A da parte del ministro dello sport , Vincenzo Spadafora, tutti si interrogano su come cambieranno le abitudini. La Liga ripartirà ufficialmente l’11 giugno, ma come tutti i campionati senza pubblico. Lo sa bene il calciatore del Barcellona, Leo Messi , che in un’intervista al quotidiano non sportivo, ‘El Pais’ , ha parlato del coronavirus e di ciò che accadrà alla fine della pandemia.

Barcellona Leo Messi : “La gente ha vissuto brutti momenti “.

“Il calcio, come la vita in generale, penso che non sarà mai più lo stesso . Quasi a tutti noi rimane il dubbio di come sarà il mondo dopo tutto ciò che è accaduto . C’è grande frustrazione, le persone non hanno potuto salutare i propri cari in fin di vita e non può esserci niente di peggio che perdere le persone che ami di più. La maggior parte di noi si chiede come sarà il mondo dopo tutto questo. Al di là della situazione, che ci ha colti di sorpresa, molta gente ha vissuto brutti momenti perché è stata toccata direttamente “.

Rafael Nadal: “Bisogna aspettare le cure”

Anche lo spagnolo Rafael Nadal riconosciuto come uno dei tennisti più forti dei nostri tempi , ha espresso la sua opinione, sperando che le decisioni prese siano solo ed esclusivamente per il bene del popolo e non influenzate dalla politica. “Quando penso agli impianti sportivi, voglio immaginarli pieni. Bisogna avere pazienza e aspettare le cure, la nuova normalità sarà quella che accetteremo. Tutto diventa politicizzato, il problema è che coloro che prendono decisioni, purtroppo, lo fanno sempre pensando alle prossime elezioni”. Sei appassionato di Sport ? Ti piacerebbe essere sempre aggiornato sulla tua squadra del Cuore? Seguici sulle nostre pagine social . 

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *