Atalanta Andrea Rinaldi, morto a 19 anni per aneurisma .

Atalanta Andrea rinaldi

Il giovane centrocampista classe 2000, Andrea Rinaldi, di proprietà dell’Atalanta in prestito al Legnano , è morto dopo tre giorni in Ospedale a causa di un aneurisma cerebrale che lo ha colpito durante un allenamento.

Andrea Rinaldi , centrocampista dell’Atalanta, in prestito al Legnano è morto a causa di un aneurisma celebrale che lo ha colpito durante un allenamento . Il giocatore , talento classe 2000 , ha lottato per tre giorni, ma alla fine non ce l’ha fatta. Il ragazzo è stato ricoverato nel reparto di rianimazione dell’Ospedale di Varese dove è arrivato in gravissime condizioni. Il suo stato di salute è apparso subito critico e nonostante tutti gli sforzi dei medici, Rinaldi è morto dopo tre giorni.

Atalanta : la carriera di Andrea Rinaldi

Classe 2000 , centrocampista rapido e dinamico, dotato di straordinarie doti atletiche e di velocità. Andrea Rinaldi stava provando a farsi strada nel mondo del calcio con il suo impegno e la sua dedizione. Cresciuto nell’Atalanta, negli ultimi anni ha giocato in prestito prima all’Imolese e poi al Mezzolara, prima dell’esperienza al Legnano in Serie D. Si stava allenando in attesa di conoscere il suo futuro, prima di questo malore che lo ha portavo via all’improvviso.

Presidente Legnano Munafò: “Perdiamo un ragazzo straordinario”

Queste le parole di cordoglio di Giovanni Munafò, presidente del Legnano: “Andrea arrivava agli allenamenti e come prima cosa veniva a salutarmi. Questo è un ricordo che porterò nel cuore. Un ragazzo straordinario, un esempio per tutti. A nome della società esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia; siamo sicuri che Andrea lassù potrà essere il solito guerriero di sempre, che lottava in mezzo al campo per dare una gioia ai tifosi del Legnano”. Sei appassionato di Sport ? Ti piacerebbe essere sempre aggiornato sulla tua squadra del Cuore ? Visita la nostra pagina o vai sui canali social.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *