Andrea Iannone, i passi per diventare un professionista.

Andrea Iannone

I sacrifici di Andrea Iannone per raggiungere la MotoGP.

Andrea Iannone, nato a Vasto il 9 agosto 1989 è un pilota motociclistico italiano. La sua carriera motociclistica ha inizio a nel 2004, all’età di 15 anni, quando con l’Aprilia partecipa al campionato Italiano Velocità e a quello spagnolo. La svolta però avviene quando l’anno successivo disputa il motomondiale in classe 125 debuttando nel Gran Premio di Spagna e piazzandosi al ventesimo posto e al decimo in Turchia. Nel 2006 partecipa al Gran Premio di Germania ma viene successivamente liquidato dal team Aprilia. Passa così al team WTR Blauer USA gareggiando nel Gran Premio della Malesia, dove però a causa di un infortuno la sua stagione motociclistica termina.

Nel 2008, in China, arriva la sua prima vittoria, dove vince con un vantaggio di 3 secondi su un asfalto reso bagnato dalla pioggia. Un anno dopo vince anche in Qatar e in Giappone. Nel 2010 passa in Moto2 ottenendo diverse vittorie e rimanendo in questa categoria fino al 2012. Nel 2013 passa finalmente alla MotoGP, dove per i primi due anni non riesce a conquistare il podio. Due anni dopo ottiene il suo primo podio in MotoGP dopo aver firmato il contratto con la Ducati e gareggiando con i connazionali Valentino Rossi e Andrea Dovizioso. Nel maggio 2016 firma un contratto biennale con la Suzuki per la stagione 2017-2018, riesce però ad ottenere il podio solo nel 2018. Nel 2019 Andrea Iannone si trasferisce nel team Aprilia, con il quale attualmente gareggia.

Il successo è arrivato anche grazie al padre.

Andrea Iannone ha raccontato la passione per le moto che aveva sin dalla sua infanzia al settimane sportivo italiano Sportweek: “in quinta elementare, appena uscivo da scuola al pomeriggio, correvo in garage a montare e smontare la minimoto, lavando tutti i pezzi con la benzina”. Il pilota si è diplomato come perito meccanico in un istituto superiore di Pescara, anche se studiare non è mai stata la sua priorità. Il rapporto con il padre è sempre stato molto affiatato, tanto che per seguire i sogni del figlio a abbandonato tutto. Infatti, proprio per quanto riguarda il padre afferma: “per mio padre ho una stima enorme, ha mollato tutto per concentrarsi sulla mia carriera. Se mi chiedono chi vorrei essere nella vita rispondo: “Lui!“.

Andrea Iannone al centro dei gossip.

Il pilota vastese entra a far parte dei gossip quando viene paparazzato con la showgirl Belen Rodriguez. Conoscenza che molto probabilmente pare iniziata grazie all’amicizia che Andrea ha con Jeremias Rodriguez, fratello della famosa argentina. Inizialmente i due affermano di essere solo amici, ma successivamente i due escono allo scoperto e non nascondono più il loro amore. Per lungo tempo i due vivono una storia d’amore intensa e appaiono sui social sempre molto affiatati. A fine estate 2018 pare però che l’amore della showgirl argentina nei confronti del pilota di MotoGp sia andato scemando, e da questo la decisione di lasciarsi.

Attualmente però Andrea Iannone sembra aver ritrovato la serenità con la famosa influencer da 4,4 milioni di follower, Giulia De Lellis. I due sono così affiatati che Giulia si è da subito trasferita a casa di Andrea a Lugano per convivere. Inoltre l’influencer segue molto spesso il pilota durante le trasferte delle gare di MotoGP, non soltanto in Italia ma anche in giro per il mondo.

Andrea Iannone: positivo al doping.

Il pilota dell’Aprilia chiude il 2019 con delle brutte notizie. Infatti, Andrea Iannone, il 17 dicembre 2019 è stato sospeso provvisoriamente dalla Federazione Internazionale di Motociclismo in quanto positivo al Drostanolone, uno steroide anabolizzante. Sostanza inserita nella lista proibita e trovata nelle sue urine ne test effettuatogli a inizi novembre dopo il GP di Malesia. Nel gennaio 2020 i risultati delle controanalisi hanno confermato la presenza della sostanza proibita dalla lista Wada.

Il motociclista si dimostra però assolutamente intenzionato a provare la sua innocenza, dichiarando che si tratterebbe semmai di un’assunzione involontaria. Infatti la sostanza potrebbe essere stata effettivamente ingerita dal pilota, ma potrebbe anche essere stata causata da contaminazioni casuali. Tra le ipotesi di ingestione casuale, viene considerata la trasferta effettuata nell’ultimo periodo tra Thailandia, Giappone e Malesia, dove ha assunto carni contenenti clenbuterolo, ovvero una sostanza che potrebbe far risultare positivi al test del doping.

Andrea Iannone è quindi momentaneamente sospeso dalle sue attività di pilota. Seguici su MainSport per restare aggiornato e per altre storie dei personaggi dello sport.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *