Alessio Salucci: Valentino Rossi continuerà a correre.

Alessio Salucci

Il collaboratore storico di Valentino Rossi , Alessio Salucci , conferma che Valentino Rossi continuerà nel 2021 al fianco di Franco Morbidelli, anche lui prossimo al rinnovo con il team Petronas.

Alessio Salucci, chiamato da tutti “Uccio” , collaboratore di Valentino Rossi, ha dichiarato ai microfoni di Sky, la volontà del pilota di continuare a correre in Petronas al fianco di Franco Morbidelli. Di seguito l’intervista integrale ad Alessio Salucci:

Ciao Uccio come stai?

Bene, fra poco si riparte e speriamo di fare un bel campionato.

Voi come Academy vi state già preparando da tempo?

Sì, abbiamo fatto diverse giornate in pista. Ci alleniamo due, tre volte alla settimana con il motorsport poi il resto è lavoro fisico in palestra. Sarà un campionato strano, con tante gare ravvicinate, bisogna essere pronti.

Alessio Salucci. C’è grande interesse per capire come sta Valentino Rossi, a quanto ho capito si sta allenando come e più di prima?

Vale ha l’atteggiamento di quello che vuole tutto fuorché smettere, questo ci fa molto piacere. È un trascinatore, è uno che tira avanti anche gli altri ragazzi, è uno che ha sempre una gran voglia, ci stupisce tutti. La nostra intenzione è molto probabilmente quella di andare avanti anche per il 2021.

È una notizia fantastica, la squadra sarà Petronas e da un certo punto di vista considerando l’appoggio ufficiale della Yamaha, può essere una squadra che fa al caso di Valentino

Spero che sia così, quando Vale si muove crea sempre del movimento, delle aspettative, delle tensioni. Non è un team ufficiale, ma avremo una moto factory. Sono strutturati molto bene, c’è la Yamaha a supportarci con la quale abbiamo un ottimo rapporto e molto probabilmente avremo Franco come compagno di squadra, dovrebbe essere una bella esperienza. Non è ancora tutto definito ma a fine mese, dovremmo esserci.

Vanno definite delle cose, si è parlato della composizione della sua squadra

Sinceramente, siamo allo step prima, ne parleremo settimana prossima anche con Yamaha per capire come andare avanti, però della squadra non ne abbiamo parlato tanto perché Vale ci ha voluto pensare un po’ se continuare o meno. Sicuramente andremo avanti e poi parleremo dei dettagli con Yamaha da qui ai prossimi dieci giorni.

L’altra notizia è che sarà in squadra con Franco Morbidelli: se ti avessero detto questa cosa qualche mese fa?

Abbiamo iniziato con Franco che era piccolo, io ho sempre sperato che un giorno arrivasse in MotoGp, ci è arrivato e sarà anche nostro compagno di squadra. Questa cosa mi fa strano perché l’ho visto bambino, con tante insicurezze e vederlo lì adesso mi fa un sacco di piacere, anche con Petronas si è in dirittura di arrivo per firmare, la strada è definita ormai.

Speravamo di arrivare a una situazione del genere con l’Academy, perché vuol dire che abbiamo fatto un buon lavoro. Ora vediamo di gestirla. Abbiamo fatto delle sessioni in pista a Misano in queste settimane, Vale e Franco hanno girato insieme, c’è un grande feeling tra loro perché c’è un’amicizia vera. Sono due piloti intelligenti e spero che questa cosa qui vada avanti, l’amicizia e tutto il resto, perché Franco è un ragazzo fantastico.

Considerando anche la sua storia personale, certamente difficile, e come Valentino e l’Academy l’hanno accolto, questa cosa deve riempirvi di gioia.

Assolutamente, ha avuto un passato difficile e si merita tutto quello che ha.

Passando agli altri piloti dell’Academy, ci sono dei rumor a quali io non credo, che vedrebbero Zarco al posto di Bagnaia nel 2021. Da quello che so io, Ducati vuole aspettare le prime gare prima di prendere qualsiasi decisione, però Pecco deve fare un salto di qualità

È esattamente così, Ducati ha confermato quello che dicevi tu, giustamente aggiungo io. Pecco deve dimostrarsi più veloce di quanto fatto nel 2019, se farà bene ci sarà un contratto importante in Ducati. Ho parlato con lui, leggere sui giornali i rumor non fa piacere, ma Ducati ha confermato di puntare ancora su Pecco.

Sta cambiando atteggiamento, perché lui in MotoGp ha iniziato davvero forte, ha fatto dei test pazzeschi all’esordio, forse si è un po’ rilassato e questo è un problema in MotoGp. Poi ha avuto una moto non facile, perdeva il davanti un po’ troppo spesso, è caduto e ha perso fiducia. Era pronto a inizio di quest’anno, anche per le novità tecniche che sono arrivate nel box, e poi c’è stata la sospensione per il coronavirus. Onestamente però lo vedo carico, vedo Pecco in versione 2018.

Alessio Salucci. Prima di parlare degli altri piloti dell’Academy, considerando che tu lavori tanto con i giovani, cosa pensi della Honda che ha preso Pol Espargaro per sostituire Alex Marquez che non ha neppure potuto debuttare

Il nostro mondo è un po’ così, è tosto, se la Honda ha deciso così, avranno le loro le ragioni, sicuramente non è bello ma è ad Alberto Puig (Team Manager Honda, ndr) che va fatta la domanda.

Tornando ai piloti, riguardo ai ragazzi dell’Academy vedi continuità nel 2021 per i piloti dello Sky Racing Team?

Direi che ci sarà continuità con i ragazzi per il 2021 a parte per Marini che potrebbe avere anche delle opportunità per andare in MotoGp l’anno prossimo. I posti sono quasi finiti, ma non si sa mai com’è successo per Alex Marquez. Se qualcuno ci chiama, siamo aperti perché per come guida e come lavora ai box Marini è pronto per la MotoGp. Bezzecchi è al debutto con noi, ma vorrei continuasse con noi e sicuramente andremo avanti. Anche in Moto3, il nostro Team Sky al 99.99% i piloti rimarranno quelli. I tre sicuri, Marini se ha la possibilità di andare in MotoGp ci andrà subito.

Cosa ci puoi dire su Stefano Manzi e Niccolò Antonelli, rispettivamente in Moto3 con il team Mv Agusta e in Moto3 con il Team Sic58?

Direi che rimarranno dove sono, stanno bene nei team e ci rimarranno anche nel 2021, anche se poi le cose possono sempre cambiare da qui alla fine della stagione.

Interazioni del lettore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *